Kawasaki: dal 2021 arriva la guida assistita by Bosch

La casa di Akashi ha annunciato, in occasione di Eicma 2019, che già dal 2021, i nuovi modelli saranno dotati dei sistemi avanzati ideati da Bosch, con cui Kawasaki ha avviato una collaborazione.

Si parla sempre più del fattore sicurezza anche per l'ambiente delle due ruote che, sebbene non godranno (almeno a breve) dell'autopilota come le quattro ruote, potranno usufruire, magari nell'arco di pochi anni, della guida assistita.

Kawasaki testimonia l'impegno delle varie case motociclistiche, intenzionate ad aprire le porte al mondo delle due ruote ad un pubblico sempre più vasto, grazie all'aiuto dei nuovi sistemi di guida assistita. La stessa casa di Akashi ha annunciato, in occasione di Eicma 2019, che già dal 2021, i nuovi modelli saranno dotati dei sistemi avanzati ideati da Bosch, con cui Kawasaki ha avviato una collaborazione.

L'azienda tedesca si occupa, ormai da tempo, di studiare e produrre impianti in grado di semplificare la vita ad automobilisti e motociclisti; ne sono un esempio i sempre più diffusi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), per questo motivo Kawasaki ha scelto Bosch come partner nella sfida.

Dal 2021, la gamma Kawasaki sarà dotata di un sistema capace di gestire il Cruise Control, l'anticollisione e di monitorare il veicolo da diversi punti di vista, usufruendo di sensori e, probabilmente, anche di un radar montato sulla parte posteriore della moto.

Nel caso delle due ruote, i sistemi conosciuti oggi come ADAS, verranno rinominati in ARAS, ovvero Advanced River Assistance Systems. È una bella sfida, vedremo cosa riusciranno a tirare fuori i due colossi.

  • shares
  • Mail