MotoGP: Lukas Pesek a corto di budget, accordo con Ioda Racing in bilico

Lo scorso venerdì era arrivato l'annuncio ufficiale dell'accordo tra il team Ioda Racing ed il pilota ceco Lukas Pesek - con tanto di sorrisi, foto e la rituale 'stretta di mano' - per guidare la seconda Suter-BMW che la squadra di Giampiero Sacchi schiererà in MotoGP nel 2013, oltre a quella del confermato Danilo Petrucci. Pesek appartiene alla sempre più folta schiera di piloti 'con la valigia', che cioè pagano per correre, ma in una recentissima intervista rilasciata alla stampa del suo paese il pilota ceco ha ammesso di non essere ancora riuscito a mettere insieme tutto il budget che la squadra italiana vuole da lui.

Queste le sue parole, raccolte da MotoGPNews.cz e riprese dal francese GPInside.com:

"Purtroppo la somma richiesta è molto più alta di quello che ci era stato prospettato in un primo momento. In questo momento non sono ancora riuscito a mettere insieme l'intero importo, ma ci stiamo lavorando. Ottenere una somma del genere in così pochi giorni non è affatto una cosa semplice."

Pesek si è comunque detto fiducioso in merito al 'lieto fine' di questa vicenda, dichiarandosi entusiasta all'idea di correre in MotoGP e rinnovare così la rivalità con il connazionale Karel Abraham, pilota notoriamente senza problemi di liquidità che il prossimo anno sarà in pista anche lui con una CRT: la ART del 'suo' team AB Cardion Racing.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: