MotoGP: Avintia prolunga il contratto con Ducati. Zarco ci ripensa?

Con il rinnovo del contratto arrivano anche due Desmosedici GP19: Dall'Igna e la Ducati vogliono Johann Zarco

Reale Avintia Racing ha ufficializzato il rinnovo del contratto che lega la squadra spagnola a Ducati Corse: il rapporto tra Borgo Panigale e il team iberico proseguirà per altri due anni, con l'arrivo in ottica 2020 di materiale più "fresco" e competitivo. Il brand emiliano fornirà infatti due Desmosedici GP19 uguali a quelle utilizzate nel corso di questa stagione da Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, in un netto miglioramento tecnico rispetto al passato.

Resta ancora da capire, tuttavia, chi ci salirà: al momento i piloti designati a guidare i due prototipi bolognesi sono Tito Rabat e Karel Abraham, ma si tratta di una situazione in divenire che presenta ampi margini di incertezza. L'improvviso addio di Jorge Lorenzo e la sua sostituzione con Alex Marquez hanno infatti scombinato le carte di un mercato che sembrava ormai chiuso: Cal Crutchlow e Johann Zarco, che dopo l'annuncio del maiorchino puntavano dritti alla seconda RC213V ufficiale, sono rimasti con un pugno di mosche, ma mentre il britannico ha dalla sua un posto sicuro nel team LCR, per il francese si prospetta addirittura una retrocessione in Moto2.

Al pilota transalpino è stata proposta una sella proprio in Avintia, ma il risultato è stato un secco rifiuto: "Voglio una buona moto e un buon team, e per me Avintia non lo è. Sarebbe come tornare in KTM: preferirei passare in Moto2". La Ducati, però, lo vuole, e forse il nuovo contratto con la squadra spagnola unito a un miglioramento del pacchetto tecnico ha proprio l'obbiettivo di attirare l'attenzione del francese: nelle scorse ore Gigi Dall'Igna e Paolo Ciabatti hanno incontrato Zarco per discutere riguardo a questa possibilità, che al momento sembra l'unica occasione che Johann ha di rimanere in Top Class.

Riusciranno in Ducati a fargli cambiare idea?

  • shares
  • Mail