MotoGP, Marquez chiude in bellezza. Quartararo c'è. L’addio di Jorge

A differenza degli altri suoi “colleghi” neo iridati della Moto3 e della Moto 2, Dalla Porta e il fratello Alex caduti entrambi nelle rispettive gare, Marc Marquez non fallisce l’ultimo appuntamento stagionale centrando a Valencia la sua dodicesima vittoria 2019. Vittoria con bottino pieno che mette nella dorata bisaccia della Honda anche il titolo a squadre, come dire agli avversari: “Marameo!”. Non una passeggiata, per l’otto volte campione del Mondo della Honda, ma neppure una corsa alla disperata, con il “cannibale” che si è limitato a tenere sotto controllo la situazione e con gli avversari, nessuno escluso, che hanno capito che neppure stavolta c’era “trippa per gatti”. Marc, fatto sfogare il poleman Quartararo involatosi allo start, prima lo agguanta al se

Già. Yamaha che, senza l’apporto dello splendido-splendente Quartararo avrebbe raccolto ben poco: sesto uno scialbo Vinales (+8.829) ancora fregato da una partenza “No”; ottavo Rossi (+22.992) grazie anche alle cadute davanti dei suoi più diretti avversari, un brutto piazzamento di un brutto Doc; out Morbidelli per caduta. Stesso discorso vale per la Ducati: ancora sul podio con la moto satellite di un magnifico Miller (+2.408); ancora con Dovizioso, concreto ma sul demotivato, a ridosso del gradino più basso, quarto (+3.326); ancora nelle nebbie con il più che scialbo Petrucci, a terra a metà gara quando era decimo e out con la “terza punta” Pirro, costretto anzitempo al rientro nel box per problemi di salute. Chi ricorda il trionfo 2018 nel diluvio del Dovi sulla Rossa? Altri tempi? Altri tempi per il binomio italiano che chiude il 2019 secondo in classifica dietro all’inarrivabile Marquez ma che fatica a confermarsi in prosepttiva quale seconda forza. L’anno scorso qui ci fu l’applauditissimo addio alle corse di Dani Pedrosa e oggi c’è stato il replay, con l’addio fra le “trakas” degli spalti pieni, di Jorge Lorenzo (13esimo) cui va, comunque, il dovuto rispetto per la sua scelta e il dovuto ringraziamento per quanto fatto fin qui per il motociclismo. Il luna park chiude. Riguardarsi la classifica finale non fa male: 1° Marquez (420 punti), 2° Dovizioso (269), 3° Vinales (211), 4° Rins (205), 5° Quartararo (192), 6° Petrucci (176), 7° Rossi (174), 8° Miller (165), 9° Crutchlow (133), 10° Morbidelli (115). Chiaro?

  • shares
  • Mail