Vinales e Yamaha: un futuro incerto

Maverik Vinales, nonostante i miglioramenti, non è ancora soddisfatto delle prestazioni della sua Yamaha e chiede supporto al team. Sentirà la pressione del rookie Fabio Quartararo?

maverick-vinales-2019

Ancora una volta si torna a parlare del team Yamaha in MotoGP, ma questa volta, passiamo dalla parte di Vinales. Il Maverik tanto elogiato ai tempi di Suzuki e agli esordi con la casa di Iwata è un lontano ricordo, ma cosa succede da quella parte del box?

Il buonumore non è certamente di casa. Alla terza stagione in Yamaha, Vinales ha collezionato appena cinque vittorie e un terzo posto in classifica finale nel 2017. E quest'anno, nonostante i miglioramenti visti nel finale di stagione che gli stanno permettendo di lottare per un altro terzo piazzamento finale, lo spagnolo non sembra realmente appagato e chiede maggiore supporto al team.

Sarà magari quel rookie francese del team satellite a mettergli pressione? Probabile, considerando anche che difficilmente Valentino Rossi mollerà i semi-manubri della sua M1. Il dubbio ce lo ha chiarito lo stesso Vinales, con un'intervista rilasciata a Dazn Spagna:

"Ora stiamo facendo la differenza io e Fabio (Quartararo), ma il futuro non è mai noto. Alla fine dovremo scegliere ciò che è meglio per ognuno".

Se per il giovanissimo Vinales del 2017, Yamaha era la migliore delle proposte, siamo sicuri che oggi accoglierebbe volentieri le proposte di altri team che, nel corso degli ultimi anni, hanno fatto enormi passi in avanti. Il mercato è sempre aperto, staremo a vedere.

  • shares
  • Mail