Thailandia, Marquez 6° con caduta: "Sto bene"

Grande spavento per il Campione del Mondo della MotoGP dopo un high-side nelle FP1 di Buriram: "Mi rimane solo qualche dolorino"

Il weekend del GP di Thailandia non è esattamente iniziato nel migliore dei modi per il leader del Mondiale MotoGP Marc Marquez (Honda Repsol), che nelle FP1 di questa mattina, a pochi minuti del termine della sessione, è stato protagonista di una brutta caduta alla curva-7 del Chang International Circuit che ha inevitabilmente lasciato tutto il paddock con il fiato sospeso.

Fortunatamente per lui, gli accertamenti presso il locale centro medico non hanno però evidenziato complicazioni ed il Campione del Mondo è stato rapidamente dichiarato idoneo per partecipare alle FP2. Nonostante qualche dolore nella parte bassa della schiena e alla gamba, Marquez è tornato in pista nel pomeriggio per mettere a segno un miglior crono personale di 1:30.891, buono per il 6° posto assoluto del venerdì di "libere" a circa mezzo secondo dal best lap firmato da Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha)

Quello di oggi è stato probabilmente il suo più grande incidente dell'anno, ma il fuoriclasse della Honda ne è uscito indenne per giocarsi a Buriram il primo match-point iridato del 2019 nelle qualifiche di domani e nella gara di domenica (clicca qui per orari e copertura TV):

"Abbiamo iniziato bene la giornata, ma purtroppo sono incappato in un incidente nel giro di lancio di quello che avrebbe dovuto essere il mio ultimo 'run' in pista. Dopo l'impatto, per un attimo, mi sono preoccupato perché non riuscivo a respirare, ma è stata questione di un solo attimo. Mi sentivo già abbastanza bene quando sono arrivato al centro medico, ma abbiamo comunque seguito le procedure dettate dai dottori e fatto alcuni controlli."

"La cosa più importante è che sto bene, mi è rimasto qualche dolorino ma sono OK. Nel pomeriggio, infatti, sono comunque riuscito a guidare abbastanza bene e sono rimasto contento del lavoro che abbiamo fatto. Abbiamo dovuto solo modificare un po' i nostri piani per via dell'incidente, ma una volta rientrato sono stato in grado di essere subito veloce."

  • shares
  • Mail