Valentino Rossi: "Aragon pista ostica, ma speriamo di essere competitivi"

Aragon è una delle poche piste su cui il pesarese non ha mai vinto: riuscirà il Dottore a spezzare la maledizione del Motorland?

Sono poche, pochissime, le piste sulle quali Valentino Rossi non è mai riuscito a vincere: una di queste è il Motorland di Alcañiz, circuito spagnolo sul quale dal 2010 si disputa il Gran Premio d'Aragona. Domenica prossima la MotoGP farà tappa proprio ad Aragon, e il team Yamaha si prepara ad un weekend che non si preannuncia dei più semplici: il Dottore, però, sembra fiducioso, e dopo i tre quarti posti di Spielberg, Silverstone e Misano l'obbiettivo è quello di tornare sul podio.

"A Misano abbiamo capito su cosa dobbiamo lavorare, quindi è su questo che ci concentreremo durante questo weekend" ha dichiarato il pesarese alla vigilia del round spagnolo "Anche se Aragon è una pista su cui storicamente soffriamo abbastanza, questa volta ci arriviamo dopo alcune buone gare. Dovremo lavorare sodo, ma speriamo di essere più competitivi che in passato".

Maverick Viñales, dall'altra parte del box, è reduce dai due terzi posti consecutivi conquistati nelle ultime due gare, piazzamenti che hanno rinvigorito il morale dello spagnolo: in Romagna il Top Gun della Yamaha non è arrivato poi così lontano dalla coppia Marquez-Quartararo, e il feeling con la M1 sembra ormai sufficiente a permettergli di lottare costantemente per le posizioni di testa.

"Dopo il podio di domenica scorsa mi sento molto più ottimista. Come ogni round spagnolo, questo GP è molto speciale per me perchè i fan e l'atmosfera sono fantastici, e questa pista mi piace molto" ha spiegato il numero 12 "Abbiamo fatto un buon lavoro nei round precedenti, quindi mi aspetto di essere veloce anche qui. Abbiamo visto il nostro potenziale migliorare sempre più da quando abbiamo iniziato la seconda metà della stagione, quindi penso che possiamo fare un buon lavoro".

  • shares
  • Mail