Torna il Gran Premio del Portogallo? Portimao potrebbe ospitare la MotoGP

Il tracciato portoghese è candidato ad ospitare un Gran Premio nel 2022. O forse già nel 2020, se...

Torna il Gran Premio del Portogallo? Le ultime indiscrezioni riguardanti la MotoGP sembrano andare proprio in questa direzione. Il tracciato candidato ad ospitare il "nuovo" GP lusitano sarebbe Portimao, pista che proprio nel week end appena trascorso è stata teatro del 10° round del Mondiale Superbike: il Campionato iridato delle derivate di serie corre su questa pista dal 2008, e ora potrebbe essere arrivato anche il turno dei prototipi del Motomondiale.

Secondo il presidente FIM Jorge Viergas ci sarebbe addirittura già un precontratto per il 2022: il Gran Premio del Portogallo manca dal calendario del Mondiale GP dal lontano 2012, e l'attuale presenza di Miguel Oliveira nella Classe Regina potrebbe aver indotto i vertici di Dorna ad accelerare i tempi per riportare la MotoGP sul suolo portoghese.

L'operazione potrebbe concludersi addirittura prima del 2022, ma i 20 Gran Premi attualmente presenti in nel calendario provvisorio non consentono l'inserimento di un'altra corsa in ottica 2020. A meno che, nei prossimi mesi, non ci sia qualche defezione: un'ipotesi, questa, non così improbabile.

Ad oggi sono infatti due gli appuntamenti "in forse" per il prossimo anno: il primo è il Gran Premio di Finlandia, il secondo quello di Repubblica Ceca. Il Kymi Ring, nuovo impianto scandinavo di recentissima costruzione, è ancora in attesa dell'omologazione della Federazione Internazionale di Motociclismo e necessita ancora di qualche accorgimento prima di essere completamente fruibile a piloti, pubblico e addetti ai lavori. Nemmeno la presenza futura di Brno, storico tracciato sito nel cuore della Moravia, è ancora confermata al 100%: Dorna e i vertici del circuito stanno negoziando il rinnovo contrattuale ma sembra che la mancanza di fondi non permetta una riasfaltatura richiesta a più riprese dai piloti. Se il GP finlandese o quello ceco dovessero "saltare", dunque, Portimao si configurerebbe come il rimpiazzo ideale: alcune indiscrezioni parlano di un accordo già in essere come pista di riserva della MotoGP in attesa dell'entrata ufficiale in calendario.

Costruito alla fine degli anni 2000, l'Autódromo Internacional do Algarve si candida dunque ad ospitare la 15^ edizione del GP del Portogallo: pista molto amata dai piloti per i suoi saliscendi mozzafiato e per le sue caratteristiche "old school", Portimao andrebbe a sostituire l'Estoril, sede del GP lusitano dal 2000 al 2012. Precedentemente, nel 1987, si era corso a Jarama, circuito spagnolo che per l'occasione aveva ospitato l'evento portoghese.

Siete pronti a vedere Marquez&Co sfrecciare a tutto gas sui saliscendi dell'Algarve?

  • shares
  • Mail