Aprilia Tuono V4 1.100 Factory: vittoria e record di categoria a Pikes Peak

La Aprilia con la Tuono V4, condotta da Rennie Scaysbrook, impiegando 9 minuti, 44 secondi e 963 millesimi per raggiungere la vetta del monte Pikes Peak, si è aggiudicata la vittoria e il record nella categoria Heavyweight.

aprilia-tuono-pikes-peak

La Aprilia Tuono V4 1.100 Factory ha conquistato la cronoscalata più famosa al mondo che ogni anno si svolge sulle montagne del Colorado: la Pikes Peak International Hill Clim

È sicuramente passata in secondo piano la notizia di cui vogliamo parlarvi oggi, per via della tragedia consumatasi domenica 30 giugno, quando, a pochi metri dal traguardo, Carlin Dunne, in sella alla sua Ducati, mentre si apprestava a tentare di battere il record nella scalata di Pikes Peak, ha perso la vita in seguito ad un terribile incidente.

Ma oggi torniamo sull'argomento Pikes Peak per elogiare lo splendido lavoro fatto da Aprilia con la Tuono V4, condotta da Rennie Scaysbrook, durante la cronoscalata. Impiegando 9 minuti, 44 secondi e 963 millesimi per raggiungere la vetta del monte a 4.302 metri, Rennie si è aggiudicato la vittoria e il record nella categoria Heavyweight, classe riservata alle moto di produzione con cilindrata e prestazioni più alte.

Nel dopo gara, lo stesso Rennie, ha voluto spendere due parole sul collega, amico e avversario tragicamente scomparso. Dunne gareggiava nella categoria Exhibition Powersport e, stando ai tempi registrati poco prima dell'impatto, era in procinto di battere ogni record, aggiudicandosi la vittoria.


“È stata una gara spettacolare -ha dichiarato Scaysbrook- ma solo fino a quando non abbiamo saputo dell’incidente. Carlin era una parte enorme di tutta la mia esperienza in questa gara, è stato la mia guida quando mi sono presentato come rookie nel 2016, fino al nostro testa a testa nella Pikes Peak del 2018 che lo vide trionfare. Carlin era un vero gentleman, siccome siamo stati gli ultimi due a partire, mi ha stretto la mano, mi ha augurato buona fortuna e ci siamo dati appuntamento al traguardo, in cima alla montagna. Abbiamo perso un vero campione”.

aprilia-tuono-pikes-peak

Poi ha anche aggiunto un commento sulla gara e sul suo team:

“La gara è stata una di quelle occasioni nelle quali sei tutt’uno con la tua moto. Abbiamo lavorato per questo tutta la settimana, migliorando sempre, prova dopo prova, per questo voglio ringraziare il team fantastico che mi ha permesso di cogliere questo risultato”

Il risultato raggiunto da Aprilia con Rennie Scaysbrook, dimostra la bontà del progetto Tuono e di tutti i mezzi costruiti attorno al potente e ipertecnologico V4 di Noale.

aprilia-tuono

  • shares
  • Mail