Rea in Qatar: "Voglio chiudere con un acuto!"

Il Campione del Mondo a caccia di nuovi record nell'ultimo atto del Mondiale Superbike 2018 a Losail: "E' uno dei miei eventi preferiti..."

I riflettori del tracciato di Losail sono pronti ad accendersi questo weekend sul confermato Campione del Mondo della Superbike Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ed il fuoriclasse nord-irlandese, dal canto suo, è impaziente di regalare ulteriori emozioni al pubblico al culmine di un'annata per lui trionfale.

Kawasaki ha già fatto incetta dei titoli 'piloti', 'costruttori' e 'squadre' 2018, ma il 13° ed ultimo round stagionale non si presenta esente da obiettivi per gli uomini "in verde", in particolare per il 4-volte iridato: avendo già vinto 16 gare quest'anno (incluse le ultime 10 consecutive, altro record), a Rea basterà un'altra vittoria per eguagliare il record del maggior numero di vittorie in una sola stagione detenuto da Doug Polen, vincitore di 17 gare nel 1991, primato che - naturalmente - sarebbe quindi esclusivamente suo se dovesse centrare l'ennesima "doppietta" in Qatar e toccare quota 18.


 
A Losail, Rea potrebbe inoltre superare il record di punti assoluto, da lui stesso fissato nel 2017: l'asso britannico ha finora messo insieme 520 punti e superare quota 556 appare come un'impresa tutt'altro che impossibile alla luce della grande forma sua e della sua fedele Kawasaki ZX-10RR.

E lo stesso Rea non ha affatto intenzione di farsi scappare l'occasione:

"L'ultimo round è in arrivo e sono molto emozionato perché avrà luogo su un circuito che mi piace: è uno dei miei eventi preferiti, ad essere sincero, e correre di sera favorisce un approccio più rilassato da parte di tutti. Inoltre si tratta di un round a cui i piace portare la mia famiglia, perché durante il giorno possiamo trascorrere un po' di tempo a bordo piscina, prima di uscire e andare a fare il mio dovere."

Rea quindi punta molto sul suo feeling con il tracciato di Doha per cogliere gli ultimi obiettivi della sua memorabile e probabilmente irripetibile stagione 2018:

"Losail è una pista fantastica, molto fluida, che dovrebbe adattarsi alle caratteristiche della nostra moto. L'Argentina è stato un fine settimana fantastico, ma anche molto duro perché sono stato davvero male e poi mi ci sono voluti alcuni giorni per riprendermi. Da allora mi sono allenato un po' con la mia moto da cross e devo dire che mi sento abbastanza bene ora."

"Dopo una stagione incredibile come questa voglio provare a chiudere con un acuto, poi avremo qualche settimana di tempo libero prima di ripartire con i test invernali. Prima di tutto, però, sarà molto importante fare un ottimo lavoro in Qatar. Come fatto nelle precedenti gare, andiamo lì con l'obiettivo di provare a vincere di nuovo".

  • shares
  • Mail