Da Triumph Street Triple 675 alla Special Tripla 0.0

La base di partenza è una Triumph Street Triple 675 che eredita alcuni componenti dalla sorella maggiore, Speed Triple. Il resto è cucito addosso dall'officina italiana: ecco Tripla 0.0.

Italian Dream Motorcycles, l'officina tutta italiana di customizers, ha deciso di mettere le mani su una Triumph Street Triple 675. Una naked dalla linea classica e compatta. Cosa ne è venuto fuori? Una "Tripla 0.0".

La base di partenza è la Street ma il forcellone monobraccio e l'ammortizzatore posteriore sono stati "rubati" alla sorella maggiore, Speed Triple. Tutto il resto è stato praticamente cucito addosso al telaio della inglesina: il codone, la sella, le carene e i cerchi. Questi ultimi sono stati realizzati lavorando un pezzo unico di metallo. Il risultato finale è quello che vediamo al posto dei classici cerchi a razze: due opere d'arte messe ulteriormente in risalto dal forcellone posteriore monobraccio.

Escono di scena il manubrio cromato, per far posto al nuovo nero opaco, e la strumentazione originale che lascia spazio ad un display digitale minimal. Alle estremità del nuovo manubrio, gli specchietti end-bar, perchè il trend del momento vuole questo. Nuovo anche lo scarico che, con le tre aperture (una per cilindro), non aiuta di certo a rendere silenziosa questa Special e, anzi, contribuisce a donare alla Tripla 0.0 un aspetto aggressivo, quasi furtivo.

L'officina italiana ha deciso di limitare la produzione di Tripla 0.0 a soli cinque esemplari e al momento ne sono disponibili ancora quattro.

  • shares
  • Mail