Honda su Lorenzo: "Daremo a Jorge la moto giusta per vincere"

lorenzo_honda.jpg

Jorge Lorenzo ne è ben consapevole: andare nel team ufficiale HRC significa entrare in casa di Marc Marquez. E vuol dire, soprattutto, sedersi sulla di una moto sviluppata da e per il fenomeno di Cervera, fino a prova contraria l'unico pilota che allo stato attuale riesce a portare davvero in alto il prototipo da MotoGP dell'Ala Dorata.

Il matrimonio tra Honda e Lorenzo, tra Tokyo e Palma de Mallorca, non è una sfida solamente per il pentacampeon spagnolo: lo è anche per la casa del Sol Levante, che si ritroverà a dover gestire due galli in pollaio che, quando arriverà la resa dei conti, non si faranno certamente sconti reciproci. Un dream team, certamente, ma anche una situazione difficilissima per chi avrà l'onore e l'onere di gestire due assi come Marquez e Lorenzo all'interno dello stesso box.

A Tokyo, però, sono assolutamente convinti che ci siano tutti i presupposti per un rapporto strepitoso, che possa portare il maiorchino tanto in alto quanto -con un discreto ritardo, bisogna dirlo- è arrivato anche con la Ducati. Ducati che, secondo le parole del suo DS Paolo Ciabatti, lascerà Jorge libero di provare la RC213V nei test in programma a novembre sulla pista di Valencia, subito dopo la fine della stagione 2018.

"Jorge Lorenzo è un pilota Ducati fino a Valencia, dopodiché non c'è alcun motivo di impedirgli di provare con quello che sarà il suo nuovo team". Eccetto, ovviamente, gli sponsor a cui Jorge è legato sino a fine stagione, ragione per il quale sarà costretto a girare in Spagna con una moto completamente nera.

Ad essere fiducioso, in vista del 2019, è soprattutto Takeo Yokoyama, direttore tecnico di Honda in MotoGP: il manager nipponico è convinto che il reparto corse di Tokyo, Honda Racing, sarà in grado di dare la "moto giusta" a Jorge Lorenzo, un pilota con uno stile molto diverso dall'attuale Top Rider Marc Marquez.

"Siamo coscienti che lo stile di Jorge è molto diverso da quello di Marc, ma finché Lorenzo non prova la nostra moto, che non sta funzionando male, non sapremo esattamente cosa dovremo fare" ha dichiarato Yokoyama ai microfoni di AS "Nonostante ciò sono abbastanza sicuro che un'azienda come Honda, con un reparto corse come HRC, potrà adattare la RC213V a qualunque stile di guida"

Ovviamente saranno fondamentali anche le indicazioni che lo stesso Porfuera riuscirà a dare ai suoi tecnici nel corso dei test invernali: consigli che non solo aiuteranno Honda a dargli una moto "cucita addosso", ma anche ad affinare lo sviluppo della sua arma quadricilindrica.

"Lorenzo è chiaramente un grande campione e sono sicuro che ci potrà dare buoni consigli" ha concluso il tecnico giapponese "E sono certo che in base ad essi saremo in grado di fabbricare una moto ideale per lui. Se saremo capaci di dare a Jorge un buon pacchetto, con una buona moto e un buon team, lotterà sicuramente per il titolo".

motogp-austria-2018-jorge-lorenzo-ducati-team-13.jpg

  • shares
  • Mail