SBK, Laverty esalta l'Aprilia: "Finalmente sul podio!"

Il terzo posto conquistato dall'irlandese a Laguna Seca spezza il digiuno di podi suo e della RSV4: "Spero di mantenere questa competitività".

Alla fine, la perseveranza sua e del suo team hanno pagato. Interrompendo un digiuno che per lui durava dal 2014, Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) è finalmente tornato sul podio del Mondiale Superbike grazie all'ottimo terzo posto conquistato a nella Gara-2 di Laguna Seca.

Nella corsa della domenica, l'irlandese si è reso protagonista una splendida prestazione sfruttando nel migliore dei modi la partenza dalla pole position: scattato benissimo con la sua RSV4 RF, Laverty ha mantenuto il comando della corsa per diversi giri prima di arrendersi alla rimonta dello scatenato Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) e a quella di Chaz Davies (Aruba.it Ducati), che approfittava di un suo 'lungo' per prendersi il secondo posto.

eugene-laverty-2018-3.jpg

Nel finale, sfruttando anche la suo ottimo feeling con la pista (dove aveva già vinto nel 2013), Laverty è riuscito a tenere a distanza le due R1 di Alex Lowes e Michael van der Mark (Pata Yamaha) per portare a casa una sudatissima quanto meritata terza posizione, da lui poi commentata con comprensibile entusiasmo:

"Questo risultato è un vero sollievo per noi, ci siamo tolti un bel peso dalle spalle. Recentemente ero arrivato piuttosto vicino al podio, quindi ottenere questo terzo posto è bellissimo per noi: alla fine ce l'abbiamo fatta!"

"La moto ha funzionato bene qui per tutto il weekend, non siamo mai stati troppo lontani dai primi. E stamattina, nel warm up, ci siamo ritrovati proprio nel gruppo dei migliori. Spero che ora riusciremo a mantenere questo livello di competitività".

rea_laguna_seca_worldsbk_2018-15.jpg

Dopo il brutto incidente patito in Tailandia a Marzo, i cui postumi lo avevano costretto a saltare i 2 round successivi, Laverty sembrerebbe così aver trovato il grande affiatamento con la moto veneta che aveva messo in mostra a inizio in Australia.

"Oggi è stato un po' come nella Gara-2 di Phillip Island, quando avevo provato a scappar via dopo la partenza. Tuttavia questa moto ha bisogno di grip al posteriore e una volta che l'aderenza dietro sparisce perdiamo molto rispetto ai nostri rivali".

Anche per l'Aprilia RSV4, quello di ieri è stato il primo podio da Settembre 2016, quando Alex De Angelis conquistò il secondo posto nella gara-2 del Lausitzring.

eugene-laverty-2018-4.jpg

  • shares
  • Mail