MotoGP, Dovizioso: "Motegi pista speciale"

Il Team Ducati arriva a Motegi per il Gran Premio del Giappone, quartultimo appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP 2017 e prima tappa dell’impegnativa serie di tre gare extra-europee consecutive di fine stagione, che proseguirà nei weekend successivi con altri due round in Australia e in Malesia. Motegi rievoca le vittorie conquistate nel passato, dalle vittorie consecutive di Loris Capirossi nel 2005, 2006 e 2007 e la vittoria 2010 di Casey Stoner, che proprio a Motegi conquistò il titolo mondiale con la Ducati nel 2007.

dovizioso-motogp-aragon-2017-08.jpg

Ad Andrea Dovizioso il tracciato giapponese piace molto, ed il pilota romagnolo è salito sul podio a Motegi in tutte e tre le categorie, vincendo la gara 125 nel 2004, ottenendo due delle sue cinque pole position in MotoGP e arrivando due volte secondo sul tracciato giapponese nella massima categoria. Lo scorso anno Dovizioso, che partiva dalla seconda fila, è riuscito a controllare la rimonta di Viñales e a concludere il GP del Giappone con una meritata seconda posizione. Le aspettative del pilota forlivese, attualmente 2° nella classifica iridata sono alte:

“Motegi è una pista speciale, una delle mie preferite soprattutto perché si frena molto forte, e sono sicuro che su questo circuito potremo essere di nuovo protagonisti. Sono quindi molto fiducioso perché qui ho sempre ottenuto dei buoni risultati in MotoGP, conquistando due volte la pole position e lo scorso anno sono arrivato secondo. Le prossime quattro gare saranno molto importanti per la lotta per il titolo e noi siamo pronti a giocarcela fino all’ultimo.”
  • shares
  • Mail