Come modificare il suono dello scarico

Gli espedienti low cost dei pendolari indiani per ricreare un rombo potente sulle loro moto.

L’ingegno umano non smette mai di stupire, specialmente quando si impiegano mezzi di fortuna per ottenere i risultati voluti, operazioni fai da te che a volte rasentano il ridicolo, ma che sottolineano, comunque, la creatività dell’uomo.

Ognuno fa quel che può con quello che ha a disposizione, negli anni ottanta nel nostro paese modificare Vespe, ciclomotori e moto era un’attività molto diffusa tra i giovani. Ricordo il Piaggio su tutti dalle mie parti potenziato con il 61 cc o il 75 cc e la marmitta Polini, chi addirittura ne raffreddava il motore con un radiatore ad acqua, di tutto e di più.

Ultimamente i pendolari indiani, grandi utilizzatori di moto per gli spostamenti di tutti i giorni, moto pensate per la mobilità urbana, non certo per girare in pista, sempre grazie alla creatività cercano di ricreare le sensazioni di una due ruote potente attraverso un trick abbastanza primitivo.

L’espediente per ricreare il rombo di una moto, diciamo così, da competizione, consiste nel fissare con un pezzo di filo elettrico gommato di rame una lattina vuota di birra o bibita, fate voi, alla parte finale della marmitta lasciando uno spazio vuoto di circa cinque o sette centimetri tra il piccolo barattolo e il terminale di scarico e voilà, il gioco è fatto.

  • shares
  • Mail