Home Furion M1: la prima moto ibrida

Furion M1: la prima moto ibrida

La moto francese con motore rotativo sarà la prima due ruote ibrida?

E’ già stata ribattezzata la moto del futuro, la Furion M1, una concept naked che unisce due diverse tecnologie, una ormai scomparsa da circa trent’anni, il famoso Wankel, ossia il motore rotativo, insieme ad un’unità elettrica ibrida.

I francesi della Furion Motorcycles hanno dato vita ad una campagna di crowdfounding sulla piattaforma Leetchi per raccogliere i 50 mila euro necessari per la produzione del primo prototipo di questa moto che potrebbe rivoluzionare il mondo delle due ruote come lo conosciamo fino ad ora.

Con un telaio a traliccio e un propulsore a doppio rotore la M1 dispone di una cilindrata di 654 cc in grado di erogare 125 cavalli di potenza massima e 105 Nm di coppia motrice supportati da un motore elettrico di 55 CV e altri 100 Nm di coppia motrice. La prima moto ibrida con un peso a secco di 195 Kg e un consumo medio di quattro litri per 100 Km si distingue per due diverse modalità di funzionamento: la prima, ad emissioni zero, si basa sulle percorrenze stimate in ben 480 Km grazie al propulsore elettrico in ambito urbano, la seconda improntata alla performance che, in punta massima, con le due unità che lavorano all’unisono è in grado di fornire 180 cavalli di potenza e una notevole coppia massima di 205 Nm.

Per il resto si tratta di una moto abbastanza “normale” dotata di una forcella con steli da 43 mm di diametro e un mono ammortizzatore posteriore, ma dai consumi dichiarati mostruosi: 25 Km con un solo litro di benzina.

furion-m1.jpg

Ultime notizie su Curiosità

Curiosità

Tutto su Curiosità →