SBK, Jonathan Rea: “Non ambisco più alla MotoGP”

Il Campione del Mondo in carica della Superbike ammette di non essere più così eccitato da un passaggio nella classe regina del Motomondiale.

Il Campione del Mondo della Superbike Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ha dichiarato di non essere più interessato ad un eventuale svolta nella sua carriera che lo porti in MotoGP.

Il nordirlandese, 30 anni il prossimo Febbraio, si è laureato due volte iridato in WSBK in altrettante partecipazioni con Kawasaki. Nei precedenti anni di militanza in Honda, Rea aveva avuto l’opportunità di guidare in MotoGP nel 2012, come sostituto dell’allora infortunato Casey Stoner nel team ufficiale Honda Repsol per i rounds di Misano e Aragon. Il britannico chiuse le due gare rispettivamente all’8° e al 7° posto, risultati affatto disprezzabili visto che, ovviamente, non fu in grado di prepararsi a questa sfida in modo appropriato

kawa-test-sbk-aragon1.jpg

Interrogato sulla questione dal tedesco speedweek.com, Rea ha così spiegato il suo attuale punto di vista sul suo futuro sportivo:

“Ormai il mio cuore è nel Campionato Mondiale Superbike, dove voglio restare il più a lungo possibile. Finché riuscirò a rimanere competitivo, cercherò di raccogliere il maggior numero di vittorie possibili. Dopo di che appenderò il casco al chiodo.”

“Quando questo succederà? Non ne ho idea! Ma ormai non ho più l’ambizione di arrivare in MotoGP. Più di tutto, spero di riuscire a finire la mia carriera in buona salute. Se poi riuscissi ad avere una casetta con una piccola pista di motocross nel retro sarebbe l’ideale. ”

FIM Superbike World Championship, Test, Jerez, November 2016, Jonathan Rea, Kawasaki

Dopo Fred Merkel, Doug Polen e (2 volte) Carl Fogarty, Rea è il quarto pilota ad essere riuscito a vincere due Mondiali SBK consecutivi. Il suo obiettivo per il prossimo anno sarà quindi quello di diventare il primo di sempre a centrare tre titoli di fila, ma il veloce nord-irlandese ha parzialmente respinto questa prospettiva:

“Mi occuperò di queste cose molto presto [ride], ma ora devo concentrarmi ancora di più sul campionato perché quest’anno sarà certamente più difficile.”

“Ci saranno nuove moto e nuovi piloti, soprattutto Eugene Laverty, che mi aspetto sarà molto forte. O anche Marco Melandri. Il livello del Mondiale Superbike nel 2017 sarà ancora più alto.”

FIM Superbike World Championship, Test, Jerez, November 2016, Jonathan Rea, Kawasaki

Ultime notizie su MotoGP

Tutto su MotoGP →