Honda CBX 1000 by Gietl Bikes: cafè six!

Da tempo Christian di Gietl Bikes cercava la moto giusta per costruire una cafè racer: gli è capitata tra le mani quasi per caso una Honda CBX 1000, la mastodontica sei cilindri di Tokyo lanciata sul finire degli anni '70

Sembra essere il momento delle special a sei cilindri. Anzi, il momento delle special su base Honda CBX 1000: dopo la folle CB-XXX da trackday di Nick O'Cane, giusto un paio di giorni fa vi abbiamo parlato della bobber di PB33 Designs, che pure nasce da una costola della mastodontica "Sei" dell'Ala Dorata.

Nata nel 1978 e prodotta per circa un lustro, la possente esacilindrica di Honda era la rivale made in Tokyo di altre maxi-moto dell'epoca dotate dello stesso frazionamento: la Benelli Sei (prodotta dalla casa pesarese nell'era De Tomaso, nelle cilindrate di 750 e 900 cc) e la connazionale Z1300 della Kawasaki, unica del lotto a vantare un propulsore raffreddato a liquido.

Alimentato da una scenografica batteria di carburatori Keihin VB 28, l'enorme sei in linea è una vera scultura meccanica: con la sua imponente silhouette e la sua fitta alettatura è un propulsore perfetto per costruire una rombante cafè racer di grande impatto visivo e... sonoro.

E' proprio quello che ha deciso di fare Christian di Gietl Bikes quando si è trovato tra le mani la CBX 1000 di un cliente, che l'aveva sostituita con una più recente Harley Davidson.

Da tempo il nostro customizer cercava una moto che si prestasse a diventare una cafè racer: inutile dire che la grossa Honda è capitata proprio al momento giusto.

Il telaio è stato modificato nella parte posteriore, al fine di ospitare le minimaliste sovrastrutture del retrotreno, mentre alcuni componenti sono stati prelevati da altri modelli, in particolare da vecchie supersportive giapponesi: la forcella anteriore proviene da una Kawasaki ZX-9R, mentre il bibraccio posteriore arriva da una Suzuki GSX-R 750.

Anche le ruote e l'impianto frenante provengono da una superbike di Hamamatsu: in questo caso, la moto donatrice è però un altro modello di Gixxer, la 1100. Il fanale anteriore invece, è quello di una Harley Davidson, precisamente di una V-Rod.

Chissà che musica esce da quel sei-in-uno...

Via|RocketGarage

  • shares
  • Mail