Ducati Monster 797 MY 2017

Ducati ha svelato al salone Eicma di Milano il Monster 797, ultima evoluzione della media nuda di Borgo Panigale

Dici Ducati e non puoi fare a meno di pensare al Monster. Perchè la casa di Borgo Panigale ha dalla sua il carattere tipicamente sportivo instillato nel suo DNA, è vero, ma al contempo ha anche creato nel corso degli anni tutta una serie di modelli che hanno ampliato i propri orizzonti. Orizzonti che però erano già tracciati fin dagli anni ’90 con l’iconica bicilindrica nuda che ne ha decretato un segmento e che ha creato un vero e proprio best seller. Monster è un mondo che nel tempo si è evoluto e che oggi, al Salone Eicma di Milano, si declina con il nuovo Monster. Classico, sportivo, nudo e crudo, con elementi distintivi come il serbatoio o il telaio in traliccio, come il proiettore circolare o il bicilindrico raffreddato ad aria che rappresentano il suo animo. L’evoluzione passa per la sigla 797. Ma come si è evoluta?

Design

Lo stile rimane il medesimo. D’altro canto, moto che vince non si cambia, ed allora ecco quindi il già citato serbatoio. Elegante e muscoloso, è dotato di gancio di fissaggio nella parte anteriore, per rimarcare la continuità con il primogenito classe 1992. Il proiettore, di forma circolare, reinterpreta in chiave moderna anch’esso il primo Monster.

Al contempo anche il telaio non risulta essere solo una componente strutturale ma anche un vero e proprio elemento di design. Torna in questa versione ad essere realizzato come pezzo unico, dal cannotto alla coda, ivi comprese anche le maniglie per il passeggero in tubo. Elementi tradizionali rivisti in chiave moderna: ecco la strumentazione LCD, le luci di posizione anteriore e posteriore a LED ed i commutatori sul manubrio inediti.

Motore

Il propulsore del Monster 797 è il bicilindrico Desmodue da 803 cc raffreddato ad aria. Un motore che riprende il concetto della tradizione del Monster, ma ovviamente non ha nulla in comune con i primi “ad aria”, oltretutto avendo l’omologazione Euro4. E’ in grado di erogare 75 cavalli a 8250 giri/min ed una coppia massima di 69 Nm a 5750 giri/min. Alesaggio e corsa presentano misure di 88 x 66 mm. Un motore pensato per offrire elasticità e divertimento di guida, ma senza risultare impegnativo.

Il bicilindrico è dotato di un corpo farfallato singolo da 50 mm con due iniettori sotto farfalla. Il cambio è a sei rapporti, mentre la frizione è una APTC multidisco in bagno d’olio con comando a cavo. Una frizione dotata di asservimento in coppia che limita il saltellamento della posteriore in scalata.

Telaio e Sospensioni

Come già citato sopra, il Monster 797 è dotato di telaio in traliccio di tubi d’acciaio. Elemento caratterizzante di questo Monster, si sposa al meglio con il forcellone bibraccio fuso in alluminio e, grazie all’interasse di 1435, in Ducati assicurano agilità nel traffico ma al contempo stabilità alle alte velocità.

Il serbatoio del carburante è realizzato in acciaio ed ha una capacità di 16,5 litri. Sella bassa, posta a soli 805 mm dal suolo, manubrio largo e ampio angolo di sterzo. Comparto ciclistico, ecco una forcella Kayaba da 43 mm di diametro con escursione di 130 mm. La posteriore è invece un Sachs regolabile in precarico molla e estensione.
Ruote a dieci razze in lega leggera dotate di Pirelli Diablo Rosso II con dimensioni pari a 120/70 ZR17 all’anteriore e 180/55 ZR17 al posteriore.

Il Monster 797 è equipaggiato con un impianto frenante Brembo dotato di sistema ABS Bosch 9.1 MP con sensore di pressione interno. All’anteriore fanno capolino due pinze radiali M4-32 Monoblocco Brembo a 4 pistoncini che agiscono su dischi da 320 mm di diametro con pompa freno assiale e serbatoio dell’olio integrato. Al posteriore si trova un unico disco da 245 mm, su cui lavora una pinza Brembo dotata come quella anteriore di pastiglie con materiale di attrito sinterizzato per aumentarne l’efficacia.

Ultime notizie su Ducati

Tutte le novità Ducati. 1198, 848, Multistrada 1200, Monster, con le ultime foto spia, concept, prezzi, prestazioni, schede tecniche, modelli storici e d'epoca, prove su strada, presentazioni, commenti e anteprime

Tutto su Ducati →