MotoGP Diretta Misano 2016: Pedrosa torna grande tra i quattro

Segui il Live di warm up e gara della MotoGP per il GP di Misano Adriatico, 13° round del Motomondiale 2016

Misano Adriatico - Daniel Pedrosa torna grande tra i quattro. Mancava Dani all'appello in un mondiale che ha visto tanti vincitori, ben sette differenti fino ad oggi, mancava in quel gruppo che in molti avevamo chiamato "i fantastici quattro", Ed oggi Daniel ha messo d'accordo tutti.

Ottavo vincitore in questa stagione, e ritorno nel suo posto consono. Già perchè Pedrosa è e rimane un grande campione, e non a caso la Honda lo ha tenuto nonostante un periodo veramente buio e nero. Ha sofferto Pedrosa. In silenzio, senza far polemiche e lavorando continuativamente.

Ha sopportato il mondiale di Hayden, il mondiale cercato e voluto nel 2010 e nel 2012 - battuto da Lorenzo - poi l'arrivo di Stoner e infine di Marquez. Eppure Pedrosa silenziosamente ha continuato nel suo lavoro. Si vedeva fosse un Pedrosa diverso qui a Misano. Finalmente poteva guidare come voleva lui, finalmente aveva delle Michelin - con cui non si è mai trovato bene fin da inizio anno - che poteva sentire e gestire al meglio. Eccellente Pedrosa in una rimonta bellissima.

(LtoR) Movistar Yamaha MotoGP's Italian rider Valentino Rossi, Repsol Honda Team's Spanish rider Dani Pedrosa and Movistar Yamaha MotoGP's Spanish rider Jorge Lorenzo  celebrate on the podium after the San Marino Moto GP Grand Prix race at the Marco Simoncelli Circuit in Misano, on September 11, 2016. / AFP / GIUSEPPE CACACE        (Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

Staccate al Carro su Marquez e Lorenzo, staccata cattiva alla Doppia del Rio su Rossi. Velocissimo e con un passo incredibile Pedrosa in 33 basso. Merito di una guida eccellente, ma anche di una scelta di gomma anteriore - media - che ha pagato. Insomma, dopo le tante critiche, bentornato Daniel!

"Sono molto contento è stato un periodo molto difficile. tutto il weekend il feeling è stato buono. Ho cercato semplicemente di fare la mia gara. Per fortuna il mio passo è stato regolare, avevo dei punti molto forti. La vittoria? Per i tifosi, per la mia famiglia, per la mia squadra"

MISANO ADRIATICO, ITALY - SEPTEMBER 11:  Jorge Lorenzo of Movistar Yamaha MotoGP team leads the pack during the MotoGP of San Marino race at Misano World Circuit on September 11, 2016 in Misano Adriatico, Italy.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Secondo Rossi che ha impostato una gara sulla fuga, dopo un sorpasso duro ma pulito su Lorenzo che non è riuscito a ripetere le prestazioni di ieri.

"Ho dato il massimo per stare davanti a Lorenzo e Marquez. Ero contento, poi è arrivato Dani, e non c'è stato modo con lui. Un peccato qui a Misano, volevo vincere ma oggi era impossibile." ha detto Rossi in parco chiuso.

"Dani è andato più veloce, gli altri avevano uno due decimi in più. Lo pneumatico scivolava troppo. Gli altri sono stati più veloci, Dani ha meritato la vittoria, sono contento per lui che ha tenuto duro. Rossi aveva un ritmo superiore, era costante, per questo non riuscivo a prenderlo. Se avessi scelto la gomma di Pedrosa? Ogni penumatico va bene per una moto, per uno stile di guida, per un setting. La scelta nostra era giusta, magari avessimo scelto quella di Daniel non andava altrettanto bene" ha risposto Lorenzo.

Malino invece Marquez, che qui a Misano ha fatto il ragioniere in quarta posizione quando ha capito di non avere il passo. La sua scelta di una dura anteriore non ha portato frutti. Conferma Vinales con la Suzuki, che si mette dietro Dovizioso ed un eccellente Pirro.

MISANO ADRIATICO, ITALY - SEPTEMBER 11:  Jorge Lorenzo of Movistar Yamaha MotoGP #99 leads Valentino Rossi of Movistar Yamaha MotoGP team #46 during the MotoGP of San Marino race at Misano World Circuit on September 11, 2016 in Misano Adriatico, Italy.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

MotoGP Misano, Gara


1 25 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 162.3 43'43.524
2 20 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 162.1 +2.837
3 16 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 162.1 +4.359
4 13 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.7 +9.569
5 11 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.4 +15.467
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 161.1 +19.676
7 9 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 160.9 +22.936
8 8 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 160.7 +27.155
9 7 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 160.7 +27.202
10 6 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 160.2 +33.968
11 5 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 159.9 +39.206
12 4 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 159.9 +39.967
13 3 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 159.7 +42.997
14 2 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 159.3 +49.450
15 1 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 159.0 +54.879
16 68 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati 158.4 +1'05.072
17 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 131.3 5 Laps
Not Classified
41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 160.4 11 Laps
12 Javier FORES SPA Avintia Racing Ducati 155.8 13 Laps
22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 157.9 21 Laps

  • ultimo giro

    Daniel Pedrosa torna grande e conquista il gran premio di Misano davanti a Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Quinto Vinales davanti a Dovizioso e Pirro con le Ducati

  • 02 giri al termine

    Continua a darglielo tutto (come segnalato dalla dashboard) Pedrosa, che oraai lo stacca a 1.6 secondi

  • Al secondo settore però, Dani riguadagna. Prestazione eccellente di Pedrosa

  • 03 giri al termine

    Rossi però non molla. Rimane li a ringhiare ma comunque a 8 decimi

  • 04 giri al termine

    sei decimi di distacco tra Rossi e Pedrosa, con quasi tre decimi guadagnati

  • 05 giri al termine

    Il ritmo di Pedrosa, sul 33 basso con anche punte di 32.9 è stato assolutamente unico

  • 06 giri al termine

    Pedrosa continua a martellare, davanti a Rossi, Lorenzo e Marquez che oramai gira in 34

  • Ora bisognerà vedere se e quanto guadagnerà Pedrosa. La sensazione è che possa scappare

  • 07 giri al termine

    Che ingresso di Pedrosa alla doppia del Rio! Porta fuori Rossi e si prende la prima piazza!

  • 08 giri al termine

    Oramai sono incollati i due, non vi è distacco. Pedrosa sta braccando Rossi

  • 09 giri al termine

    BRK come segnalazione a Rossi di nuovo. Pedrosa ha oramai preso Rossi, è a 4 decimi

  • 10 giri al termine

    Due decimi sul traguardo, due decimi al primo intertempo: Pedrosa si trova a 7 decimi da Rossi

  • 11 giri al termine

    1.2 secondi di distacco tra Rossi e Pedrosa, ma lo spagnolo è puntato a prendersi la vittoria

  • Bellissima manovra al Carro per Pedrosa che passa anche Lorenzo! Secondo!

  • 12 giri al termine

    1'33.3 Rossi, un decimo meglio Lorenzo e Pedrosa

  • Pedrosa prova l'attacco di nuovo al Carro ma Lorenzo chiude bene

  • 13 giri al termine

    Pedrosa fantastico! 1'32.9 e oramai Lorenzo agganciato per il secondo posto. Marquez in ritardo, Rossi continua davanti a martellare.

  • 14 giri al termine

    1'33 basso per tutti e quattro i protagonisti di questa gara, con Pedrosa e Rossi in 1'33.2

  • Gran sorpasso di Pedrosa su Marquez al Carro! Terzo Pedrosa!

  • 15 giri al termine

    Fantastico Pedrosa che gira in 1'33.004 e oramai ha preso Marquez. Pedrosa può lottare per la vittoria

  • 16 giri al termine

    1'33.5 per Rossi, un decimo peggio Lorenzo. Ma attenzione ad un Pedrosa incredibile ancora in '33.2

  • Lorenzo nel secondo settore si è avvicinato a 8 decimi su Rossi portandosi dietro Marquez

  • 17 giri al termine

    1'33.203 per Daniel Pedrosa, il più veloce in pista

  • Segnalazione importante: medie per Rossi e Lorenzo, hard anteriore per Marquez

  • 18 giri al termine

    1'33.3 tutti e tre i protagonisti questa volta. Segnalazione di cambio setting freno motore per Rossi

  • Da sottolineare che Marquez ha l'anteriore duro e quindi potrebbe avere un vantaggio a fine gara

  • 19 giri al termine

    Uno sguardo dietro: bel duello per il quinto posto tra Vinales e Dovizioso

  • 20 giri al termine

    1'33.3 nuovo record di Marquez che oramai è in duello pieno con Lorenzo

  • Caduta per Alex Lowes nel frattempo

  • 21 giri al termine

    Nuovo record di Marquez: 1'33.353. Il pilota Honda oramai sta prendendo Lorenzo

  • 22 giri al termine

    Si è stabilizzato il vantaggio di Rossi su Lorenzo, ma è Marquez che dovrebbe preoccupare gli uomini Yamaha

  • Gran bel duello tra Pedrosa e Dovizioso per il quarto posto

  • 23 giri al termine

    1'33.384 per Valentino Rossi, ora a otto decimi su Lorenzo, ma Marquez fa 1'33.6

  • 24 giri al termine

    Gara avvincente con Rossi davanti a Lorenzo poi Marquez terzo arrembante. A seguire il gruppo con Dovi, Pedrosa, Vinales e Cruthclow

  • Marquez riesce a passare Vinales al tramonto. Il pilota Suzuki si fa passare anche dalla Ducati di Dovi e da Pedrosa

  • 25 giri al termine

    Giro più veloce di Rossi in 1'33.672

  • Al tramonto Marquez prova l'ingresso su Vinales ma il pilota Suzuki chiude

  • 26 giri al termine

    Rossi prova a impostare un ritmo per tenere dietro Lorenzo. Marquez nel frattempo fa il record della gara e punta a recuperare su Vinales

  • Valentino Rossi che attacco al Carro su Lorenzo! Primo!

  • 27 giri al termine

    Bel duello Marquez-Dovizioso con lo spagnolo che si prende la posizione sull'italiano

  • 28 giri al termine

    leggermente lungo di Lorenzo al tramonto, ma Rossi si accoda

  • 14:00

    partenza valida: ottimo scatto di Lorenzo, molto bene anche VInales, meno ene Rossi che alla prima staccata però attacca Vinales e rimane secondo.

  • 13:57

    Tre minuti al via del gran premio di Misano Adriatico. Ricordiamo la griglia: Lorenzo, Rossi, Vinales, poi Marquez, Pirro, Dovizioso

  • 13:54

    Capirossi: "Non ci attendavamo un caldo del genere per la gara. Staremo a vedere cosa accadrà"

  • 13:53

    Ramon Forcada, capotecnico di Lorenzo: "vedremo cosa accadrà. Punteremo a scappare chiaramente fin dalla prima curva."

  • 13:52

    Galbusera: "Non so cosa attendermi. Lorenzo e Marquez sono veloci. Noi potremmo stare con loro"

  • 13:50

    Tutto è pronto per il via del Gran premio di Misano Adriatico

  • 10:02

    FInito il warm up della Motogp: Marc Marquez chiude in vetta con il tempo di 1'33.068, davanti a Rossi, Pirro, Dovizioso, poi Lorenzo e Pol Espargaro. Settimo Vinales davanti al suo compagno di squadra Espargaro e Crutchlow in nona posizione

  • 10:00

    Rossi e Pirro chiudono questa sessione con due buoni riferimenti. Secondo Rossi a 70 millesimi da Marquez, terzo il ducatista a 250 millesimi

  • 09:59

    Dovizioso prende la terza posizione, intanto Marquez riesce a tornare in pista

  • 09:58

    Pol Espargaro, dopo l'exploit delle fp2, non è riuscito a ripetersi fino in fondo. Quarto posto per il momento per lui in 1'33.391

  • 09:57

    Anche per Jack Miller week end finito: polso della mano destra che lo costringe a dare forfait

  • 09:55

    Marquez ora passerà per il paddock con la moto per tornare ai box, spinto anche dallo scooter di un marshall

  • 09:53

    Marquez croce e delizia: 1'33.068 per lui, ma subito dopo arriva la scivolata

  • 09:52

    Niente olio. Sulla moto di Hernandez si era bruciata la lana di copertura degli scarichi

  • 09:51

    Marc Marquez si prende la prima posizione in 1'33.185

  • 09:50

    Secondo tempo per Valentino Rossi, a 161 millesimi da Lorenzo

  • Bandiera nera con cerchio arancione per Yonny Hernandez. USciva fumo dalla sua GP14.2

  • 1'33.369: Jorge Lorenzo si migliora ancora

  • 09:46

    Jorge Lorenzo inizia ad abbassare i tempi. 1'34.385

  • 09:44

    Cambio moto in corsa per Laverty. C'è una piccola percentuale di possibilità di pioggia per le 14.00

  • 09:43

    Meregalli: "entrambi i piloti usciranno ora con la moto di ieri, poi a metà turno cambieranno moto e andranno con la seconda. Gomma dura? No, non è un'opzione"

  • 09:41

    Cielo coperto e asfalto con temperatura più bassa mentre Vinales e le Ducati iniziano a lanciarsi

  • 09:40

    Tutto è pronto per l'inizio del warm up motogp

Il warm up del gran premio di Misano Adriatico si mostra con un cielo velato e temperature un poco più basse rispetto a quanto visto nella giornata di ieri. Ed in queste condizioni, Marc Marquez mostra tutto il suo repertorio, concentrandolo oltretutto in pochi minuti: prima posizione con il tempo di 1'33.068 e subito dopo anteriore che chiude e scivolata. Lo spagnolo oltretutto, considerava importante questo warm up proprio in considerazione della temperatura.

Ieri aveva infatti dichiarato di essere tranquillo con il solo e le alte temperature, mentre nel caso di nuvole, la sessione serviva per ulteriori prove comparative. Un piccolo imprevisto quindi la scivolata, ma Marquez ha ribadito ancora una volta come oggi sarà della partita. Una partita che vede favorito Jorge Lorenzo per passo e per la pole di ieri.

Jorge oggi chiude quinto, dietro Valentino Rossi e Michele Pirro, secondo e terzo sotto la bandiera a scacchi, ma anche Andrea Dovizioso, molto veloce nei primi tre settori, e con qualche problemino in più nel quarto. Sesta piazza per Pol Espargaro, davanti al due Suzuki con Vinales ed il fratello Aleix. Nona posizione per Crutchlow.

dsc_5860_e-gallery_full_top_fullscreen.jpg

MotoGP, Misano: Warm up


1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 289.7 1'33.068
2 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 291.4 1'33.138 0.070 / 0.070
3 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 293.5 1'33.318 0.250 / 0.180
4 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 296.9 1'33.340 0.272 / 0.022
5 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 291.4 1'33.369 0.301 / 0.029
6 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 290.0 1'33.391 0.323 / 0.022
7 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 291.1 1'33.426 0.358 / 0.035
8 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 287.5 1'33.549 0.481 / 0.123
9 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 287.0 1'33.631 0.563 / 0.082
10 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 292.8 1'33.692 0.624 / 0.061
11 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 291.4 1'33.735 0.667 / 0.043
12 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 291.2 1'33.771 0.703 / 0.036
13 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 289.6 1'34.119 1.051 / 0.348
14 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 289.7 1'34.199 1.131 / 0.080
15 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 289.4 1'34.319 1.251 / 0.120
16 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 287.0 1'34.628 1.560 / 0.309
17 22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 287.1 1'34.654 1.586 / 0.026
18 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 289.3 1'34.863 1.795 / 0.209
19 68 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati 287.6 1'34.973 1.905 / 0.110
20 12 Javier FORES SPA Avintia Racing Ducati 285.2 1'35.545 2.477 / 0.572
43 Jack MILLER AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda

MotoGP, Misano Adriatico, il sabato di Lorenzo


70.jpg

Che Misano Adriatico non sia una gara come le altre è evidente, chiaro, limpido. Non è una gara decisiva del campionato, per carità. In effetti, pur essendo molto tecnica e da pelo sullo stomaco, non è nemmeno il circuito più selettivo e complicato del motomondiale. Si è vero, ha il Curvone, La doppia Misano, ma vi sono circuiti che, per variazioni altimetriche e passaggi tecnici, risultano anche più selettivi.

E poi, nemmeno le condizioni climatiche sono proibitive, anzi. Siamo negli ultimi scampoli d'estate, fa caldo si, ma di certo è una passeggiata per un pilota da mondiale, mica come la Malesia. Eppure, il Gran premio di Misano e della Riviera di Rimini ha un fascino particolare e, sopratutto quest'anno, sta diventando crocevia di una stagione per tutti i protagonisti del mondiale. Prendi Lorenzo per esempio, risorto come un'araba fenice dopo delle gare a dir poco disastrose.

Ha messo tutti a tacere il maiorchino. Prima i complottisti da bar, coloro che avevano già sentenziato la fine agonistica del pilota "reo" di aver firmato con Ducati a inizio anno, non considerando le sue vittorie a inizio stagione. Jorge ha rilasciato una bella dichiarazione nei confronti di Iwata, assumendosi le colpe di un periodo nero. Ieri poi il campione del mondo ha mostrato tutta la sua velocità. 1'31.8. Fantastico.

Ma Misano è crocevia anche per la stagione di Rossi. L'italiano si gioca le chance di mantenere aperto un mondiale qui in casa. Ha una tribuna con 18.000 tifosi pronti a sostenerlo. Probabilmente sente un pò la pressione, ma domani dovrà fare di tutto per guadagnare punti su Marquez in vista di Aragon e della lunga traversata asiatica. Il passo sembra esserci. Crocevia di una stagione dicevamo.

Prendete casa Ducati: Iannone out su una pista dove avrebbe potuto ambire al podio, è la rappresentazione della fine di un amore che porterà l'italiano a separarsi dalla rossa italiana. Dovizioso, chiamato all'exploit per non rimanere chiuso nell'ombra ancora una volta da un compagno di squadra. Quel compagno che oggi si chiama Pirro. Ha vissuto una settimana brutta Michele. Ha praticamente perso il CIV, ma lui ha reagito vincendo a Imola. E' venuto a Misano per provare soluzioni particolari. E' passato sulla moto di Iannone. Ha girato in 32'4, meglio proprio del Dovi. Ha la stima di tutta Ducati.

Lui forse vorrebbe anche una sella permanente in MotoGP. E obiettivamente una sella se la meriterebbe, se non qui in SBK. Misano è importante anche per Maverick Vinales, il giovane eroe di Hamamatsu dovrà mostrare come al tavolo dei grandi lui ci possa stare a menadito. Ed in effetti, a ben vedere, il giovane top gun sembra oramai uno dei big di questa stagione e delle prossime a venire. Misano crocevia dunque, pur non essendo fondamentale per il campionato. Eppure, come tante volte, il gran premio sul "Marco Simoncelli" regala emozioni. Domani la sfida - a vedere i passi gara - sarà tutta incentrata su Lorenzo, Marquez e Rossi. Questo sempre che giove Pluvio non decida di metterci, ancora una volta, lo zampino.

MotoGP Misano, Classifica QP

70.jpg
1 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA Q2 1'31.868 7 8 289.8
2 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA Q2 1'32.216 7 8 0.348 0.348 289.2
3 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI Q2 1'32.381 7 8 0.513 0.165 291.3
4 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA Q2 1'32.443 4 8 0.575 0.062 286.7
5 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team DUCATI Q2 1'32.467 7 8 0.599 0.024 292.0
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team DUCATI Q2 1'32.677 8 8 0.809 0.210 294.3
7 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda HONDA Q2 1'32.743 6 8 0.875 0.066 286.9
8 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team HONDA Q2 1'32.859 9 9 0.991 0.116 290.8
9 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI Q2 1'32.918 3 6 1.050 0.059 285.4
10 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA Q2 1'33.002 3 7 1.134 0.084 287.3
11 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing DUCATI Q2 1'33.301 4 4 1.433 0.299 288.3
12 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini APRILIA Q2 1'33.929 7 8 2.061 0.628 287.0
13 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini APRILIA Q1 1'33.399 7 8 (*) 0.340 283.9
14 22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA Q1 1'33.635 7 8 (*) 0.576 0.236 286.1
15 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich DUCATI Q1 1'33.716 6 7 (*) 0.657 0.081 287.6
16 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team DUCATI Q1 1'33.772 9 9 (*) 0.713 0.056 287.8
17 43 Jack MILLER AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS HONDA Q1 1'33.847 7 8 (*) 0.788 0.075 286.7
18 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich DUCATI Q1 1'33.989 7 7 (*) 0.930 0.142 288.0
19 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS HONDA Q1 1'34.302 3 8 (*) 1.243 0.313 284.7
68 Yonny DUCATI 20 HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Q1 1'34.465 3 7 (*) 1.406 0.163 284.5
21 12 Javier FORES SPA Avintia Racing DUCATI Q1 1'35.161 3 8 (*) 2.102 0.696 283.4

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail