Pesaro, multe agli scooter dei bagnanti: via ai ricorsi

Multe su multe per i bagnanti del litorale adriatico tra Fano e Pesaro: la comunità locale ormai esasperata dall’amministrazione…

Puntuale come ogni anno, l’estate ha già fatto riaffiorare il problema delle multe agli scooter e ai motorini dei bagnanti, spesso parcheggiati con poco tatto e per questo causa di dispute e tensioni tra i cittadini e le forze dell’ordine deputate a far rispettare i regolamenti.

Il copione si è ripetuto recentemente anche sul litorale adriatico tra Fano e Pesaso, tratto in cui il problema del ‘parcheggio selvaggio‘ di cui sopra viene contrastato con particolare veemenza dalle autorità locali nonostante le aree di sosta per chi voglia godersi un po’ di spiaggia siano pochissime. E, a detta di molti, insufficienti.

I bagnanti locali, per questo motivo, fanno fatica ad attenersi alle regole, e l’inevitabile risultato è una raffica di multe. E come spesso accade in casi simili, questo accanimento viene interpretato dalla cittadinanza come un metodo poco ortodosso attuato dal Comune per ‘fare cassa‘. La questione, infatti, è anche motivo di aperta polemica politica nel Comune di Fano, come riportato da FanoInforma.it.

Ma l’esasperazione dei cittadini si riflette anche sulle amministrazioni, con le opposizioni a criticare le giunte locali per un vigore giudicato improprio nell’applicazione delle norme sui parcheggi proprio per far quadrare i bilanci – particolarmente sofferenti per i ‘tagli‘ decisi a suo tempo dal governo nazionale – che spesso includono preventivamente alte entrate dalle multe.

L’irritazione nella zona è tale che, come riportato da Il Resto del Carlino, sono iniziati i ricorsi al Giudice di Pace da parte di chi è disposto a spendere di più in carte bollate per fare valere le proprie ragioni piuttosto che pagare la multa. Un 48enne del luogo recentemente sanzionato ha dichiarato al ‘Carlino‘:

“E’ ora di smetterla di far cassetta sulla nostra pelle. Faccio ricorso al Giudice di Pace anche se mi costa di più, non mi interessa. Ma i vigili urbani devono imparare a usare un po’ più la testa in questi casi”.

“Dopo una bellissima giornata di sole, torniamo allo scooter e con immensa sorpresa sia noi che i nostri amici e tutte le altre macchine erano state multate. Mi sono infuriato ancora di più quando ho visto che invece nessuna delle macchine parcheggiate male lungo la statale, che sporgevano intralciando la carreggiata e potevano essere d’intralcio o causa di incidente, era stata multata”.

LONDON, ENGLAND - JANUARY 13:  Parked scooters and motorcycles in a line on January 13, 2012 in London, England. Statistics showed a 12% increase in scooter registration in 2011, with cost savings on petrol, parking and congestion charge (in London) believed to be the primary factor.  (Photo by Matthew Lloyd/Getty Images)

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →