WSBK: Ducati ok nel 1° test di Portimao

Il team Aruba.it Racing Ducati ha iniziato il suo 2016 con una 'due giorni' di test in Portogallo: i commenti di Davies e Giugliano


aruba-davide-giugliano.jpg

Ormai chiusa la pausa invernale, il team Aruba.it Racing Ducati è sceso in pista a Portimão per i primi test della stagione. I due piloti ufficiali del team, i confermati Chaz Davies e Davide Giugliano, hanno sfruttato le buone condizione climatiche trovate in terra lusitana per completare i rispettivi programmi di lavoro, con riscontri cronometrici definiti 'buoni' dagli ambienti del team.

Il gallese e l'italiano hanno percorso rispettivamente 119 e 77 giri in totale con la Panigale R in configurazione 2016, valutando nuove componenti e continuando il lavoro di affinamento del set-up di base della moto. Gli ultimi aggiornamenti hanno riguardato principalmente ciclistica che dell’elettronica, con molto lavoro che si è concentrato sulla messa a punto delle nuove forcelle Ohlins e delle ultime strategie di anti-spin e freno motore studiate a Borgo Panigale. Il team Aruba.it Racing Ducati tornerà ora in pista la prossima settimana, il 26-27 gennaio, per un nuovo test sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera.

chaz-davies.jpg

Chaz Davies, vice iridato 2015, ha messo a segno a Portimao un miglior crono personale di 1’42.7, dichiarandosi soddisfatto del lavoro svolto in Portogallo:

“Durante il primo giorno ci siamo concentrati sulle novità di elettronica, considerato anche che la pista era umida e di fatto abbiamo avuto mezza giornata a disposizione. Ho riscontrato dei vantaggi rispetto al 2015, anche se restano alcuni aggiustamenti da fare. Inoltre, abbiamo trovato la conferma che stiamo procedendo nella giusta direzione per quanto riguarda le nuove forcelle. Oggi abbiamo chiuso il turno con una simulazione di gara, dalla quale abbiamo imparato molto. In generale, abbiamo lavorato con metodo per valutare nel dettaglio le novità tecniche senza fretta. Sono soddisfatto e pronto a continuare il lavoro a Jerez”.

aruba-davide-giugliano.jpg

Per Davide Giugliano, assente nel finale di stagione 2015 per le conseguenze dell'infortunio rimediato a Laguna Seca, la 'due-giorni' di
Portimao - nel quale ha fatto registrare un miglior crono di 1’43.6 - ha rappresentato anche una verifica del suo attuale stato di forma.

“Abbiamo provato diverse novità in questi primi due giorni, concentrandoci sulla messa a punto. Fisicamente mi sento a posto, sto recuperando la forma. Inoltre, stiamo lavorando bene con la nuova squadra, con un metodo diverso da quello a cui ero abituato e che sicuramente pagherà i suoi dividendi. Stiamo definendo il pacchetto tecnico definitivo, facendo passi nella giusta direzione. Faremo ulteriori verifiche a Jerez per poi tirare le somme in Australia”.

A lavoro... Ammazza che suono!!! // At work... What a sound!!!Aruba.it Racing Dainese Arai Ducati#WorldSBK

Posted by Davide Giugliano on Friday, 22 January 2016


Ernesto Marinelli, Responsabile Progetto Superbike, ha così inquadrato gli esiti del primo test dell'anno per il team ufficiale di Borgo Panigale:

“In questi primi due giorni della stagione 2016 ci siamo focalizzati sulle nuove forcelle Ohlins, disponibili nella loro versione definitiva, ed i nuovi aggiornamenti delle strategie elettroniche sviluppate durante lo stop invernale. Nonostante la lunga pausa, sia Davies che Giugliano hanno evidenziato un’ottima forma e siamo riusciti a ritrovare rapidamente la competitività mostrata durante i test post-gara qui a Portimao lo scorso giugno. Il lavoro però è appena cominciato e tra pochi giorni, riprenderà a Jerez. La partenza per l’australia è già alle porte e dobbiamo prepararci al meglio”.

2016-test-ducati.jpg

  • shares
  • Mail