Valentino Rossi: "Voglio continuare anche dopo il 2016"

Il fuoriclasse pesarese della Yamaha parla della prossima stagione in MotoGP e confessa il desiderio di continuare a correre, con Yamaha...

Con la presentazione del team ufficiale Movistar Yamaha e della nuova YZR-M1 2016 di questa mattina, è formalmente iniziata l'avventura di Valentino Rossi nel Mondiale MotoGP 2016. Dopo un 2015 che lo ha visto in lotta per il titolo fino all'ultima gara di Valencia - epilogo di un finale di stagione avvelenato dalle polemiche - il fuoriclasse pesarese riparte quindi per una nuova stagione nella Premier Class alla quale si presenterà alla sempre meno tenera età di 37 anni, che compirà a Febbraio, ma nel corso della presentazione di oggi a Barcellona ha ribadito di avere le stesse motivazioni di sempre, inclusa la voglia di lottare di nuovo per il titolo iridato.

L'evento di oggi ha anche visto il pesarese ritrovarsi sullo stesso palco del team-mate e rivale Jorge Lorenzo, Campione del Mondo in carica, ma i due si sono sempre mantenuti a debita distanza limitandosi ad una rapida e fredda stretta di mano di circostanza, sintomo che - prevedibilmente - i rapporti trai due non si sono ancora ripianati dopo le polemiche di fine 2015.

2016-valentino-rossi-yamaha-m1-8.jpg

Al termine della presentazione ufficiale, Valentino Rossi è stato avvicinato da Sky Sport24 HD, che gli ha chiesto subito se fosse riuscito a smaltire la grossa delusione dello scorso anno. Questi alcuni passaggi dell'intervista:

"È stato un momento, un periodo difficile, soprattutto dopo la gara di Valencia, ma dopo è passato. Fortunatamente inizia una nuova stagione, quindi ricominciamo tutto da capo sul foglio bianco e quella, secondo me, è la cosa migliore per non pensare più al passato."

Oggi Lin Jarvis ha detto che tra te e Lorenzo ci deve essere rispetto. Qual è il tuo pensiero?

"Sono d’accordo, io ho sempre rispettato Jorge. Lui a me no, nelle ultime gare dell’anno scorso, secondo me. Quindi speriamo che questo rispetto arrivi da entrambe le parti."

Movistar Yamaha MotoGP's Spanish rider Jorge Lorenzo (L) and Movistar Yamaha MotoGP's Italian rider Valentino Rossi pose during the presentation of the 2016 Yamaha team in Barcelona on January 18, 2016. AFP PHOTO/ LLUIS GENE / AFP / LLUIS GENE        (Photo credit should read LLUIS GENE/AFP/Getty Images)

Oggi hai dato la mano a Jorge. Ci sarà la stessa apertura nei confronti di Marquez?

Non lo so, ma fortunatamente Marquez non è nel team con me, quindi posso anche non dargliela (sorride, ndr).

Le Michelin potrebbero essere un tuo punto a favore?

"È difficile, speriamo, mi piacerebbe. Cambia tanto, le gomme faranno una grandissima differenza nel modo di guidare la moto e anche nel modo di fare le corse, dalla partenza alla fine, e anche nel modo di fare le prove e le qualifiche. Ma è difficile da dire, nel senso che secondo me i piloti forti, comunque, si adatteranno bene alle Michelin. Bisognerà vedere, fra le diverse moto, quale sarà quella che si adatterà meglio. Dobbiamo lavorare, perché secondo me siamo un pelino in ritardo. Noi l’anno scorso, alla fine, ci siamo concentrati molto sul cercare di far bene, di finire il campionato bene, quando le altre squadre hanno cominciato già a lavorare sulle Michelin. Quindi dobbiamo recuperare un po’."

A fine 2016 scadranno i contratti di quasi tutti i big della MotoGP, inclusi Rossi e Lorenzo. Come detto in apertura, il campione di Tavullia taglierà il traguardo delle 37 primavere nel giro di qualche settimana, ma questo non sembra affatto mettergli pressione in vista di un possibile ritiro:

"Mi piacerebbe molto continuare e fare un altro contratto con la Yamaha. Ma bisognerà vedere la voglia e soprattutto quanto sarò competitivo nelle prime gare di quest’anno. Poi decidiamo. Penso che finirò la mia carriera con la Yamaha, perché penso che sia giusto così. Nel caso volessi continuare, spero che mi diano la moto (sorride, ndr)."

valentino-rossi-yamaha-m1-2016-19.jpg

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: