Kawasaki: dopo H2 ed H2R, in arrivo un altra supercharged, la S2?

Prosegue l'operazione amarcord di Kawasaki, ma solo a livello di nome. Secondo alcune indiscrezioni infatti, la casa di Akashi sarebbe al lavoro su una nuova S2, una media cilindrata con compressore.

kawasaki_s2_feat.jpg

In molti hanno applaudito Kawasaki, per essersi avventurata, con H2 ed H2R, in un campo come quello della sovralimentazione, che in passato (anni '80) aveva dato più problemi che benefici, ed era stato per questo abbandonato.

Qualcun altro ha bocciato il tutto, relegando frettolosamente la faccenda ad un mero confronto estetico (e statico) tra la supercharged di Akashi e le 1000 hypersport, ZX-10R in primis, senza considerare che l'intento non era quello di realizzare un sostituto della Ninja che avrebbe poi vinto il campionato Superbike.

kawasaki-ninja-h2r-naked-concept-11jpg

Al netto di tutto questo però, gli uomini in verde sembrano credere fermamente nella sovralimentazione e nel compressore centrifugo per le due ruote del futuro, al punto che sarebbero al lavoro su un nuovo modello, che si vocifera potrebbe chiamarsi S2, come la Mach II 350 e proseguendo così con il filone dei nomi che richiamano al passato.

L'ultima indiscrezione, in tal senso, arriva dal magazine giapponese Young Machine, solitamente molto attendibile per quanto concerne le mosse dei quattro costruttori del sol levante e riguarda una fantomatica moto che dovrebbe essere presentata al salone di Tokyo di fine ottobre.

Come da tradizione, pochi i dettagli, se non che dovrebbe essere 600-650 cc di cilindrata. Due le ipotesi, una sport-tourer in stile ER-6FZ1000-SX oppure una nuova supersportiva che possa andare a sostituire alla Ninja ZX-6R, oppressa, come le concorrenti, da un mercato che, per questo segmento di mercato, è ancora più asfittico di quello delle 1000.

Nel primo caso, dietro ad un filante cupolino che ricorda parecchio la media semicarenata di Kawasaki, sembra intravedersi il motore bicilindrico in linea di 650cc made in Akashi (anche se il collettore sembra avere almeno tre canne), mentre nella seconda ipotesi, la base sarebbe costituita dall'unità a quattro cilindri della Ninja attualmente in testa al mondiale Supersport.

Sullo stile di quanto fatto per la H2, anche la S2 avrebbe avere il telaio a traliccio, ben visibile nell'immagine del magazine nipponico, così come la presa d'aria sul frontale che porta aria al compressore, verniciato di rosso.

Delle due opzioni, la seconda è certamente la più intrigante per gli amanti delle elevate prestazioni, data la possibilità di ottenere, con un motore 600-650 sovralimentato, potenze ma anche valori di coppia vicini, per non dire sovrapponibili, a quelli delle 1ooo supersportive.

Se invece si trattasse di un bicilindrico, la cosa non potrebbe non stuzzicare l'appetito dei rider che amano le moto da lunghe distanze, immaginando le doti di elasticità e tiro a bassi e medi di un motore a due cilindri di media cubatura esaltate dal compressore centrifugo. Non resta che attendere il salone di Tokyo e, ovviamente, EICMA, magari iniziando a pensare, dopo H2 ed S2, a come potrebbe essere una futura H1. :)

  • shares
  • Mail