MotoGP 2015: duello Yamaha per il primato ad Assen

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo arrivano in Olanda divisi da un solo punto nella classifica iridata: chi sarà il leader della classifica della MotoGP sabato sera?

motogp-2015-yamaha.jpg

Sin da quando è stato ufficialmente istituito il Motomondiale, il TT Circuit di Assen è stato l'unica presenza fissa nel calendario iridato, e questo la dice già lunga sull'importanza storica di questo tracciato. Per la sua 85a edizione (contando anche le edizioni del GP d'Olanda pre-Motomondiale), in programma questo fine settimana, l'atteso 8° round della stagione prevede innanzitutto il derby in casa Movistar Yamaha tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, rispettivamente leader del Mondiale da inizio anno e famelico inseguitore reduce da quattro vittorie consecutive.

I due compagni di squadra sono separati da un solo punto, e questo significa che il primo dei due che taglierà il traguardo della corsa di sabato (clicca qui per orari e copertura TV) sarà quasi certamente il capoclassifica della Premier Class, con tutti i risvolti sportivi e morali annessi e connessi. Il 'Dottore' però ha vinto ben 6 volte in MotoGP ad Assen, e sarà sicuramente impaziente di interrompere la striscia di successi del dirimpettaio di box.

honda-motogp-ducati.jpg

I principali indiziati per il ruolo di co-protagonisti sono sempre i soliti, a cominciare dal Campione del Mondo Marc Marquez (Repsol Honda), vincitore lo scorso su una pista comunque tradizionalmente favorevole alla Yamaha, il suo compagno di colori Dani Pedrosa, alla ricerca del primo podio stagionale, ed i due alfieri italiani del Ducati Team, Andrea Dovizioso, reduce dai passi falsi del Mugello e di Barcellona, ed il rampante Andrea Iannone.

Ci si attendono grandi cose anche dal team Suzuki Ecstar, che con i recenti aggiornamenti alla GSX-RR ha decisamente impressionato in Catalunya (specialmente con la pole position di Aleix Espargarò, anche pole-sitter di Assen nel 2014 con la FTR-Yamaha del team Forward Racing).

motogp-suzuki.jpg

L'inglese Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3) arriva ad Assen da miglior pilota satellite con il sesto posto in classifica con 68 punti, ma tra gli altri 'privati' da tenere d'occhio ci sarà anche Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing), in costante miglioramento nelle ultime uscite e alla ricerca di un risultato a sensazione anche in Olanda (magari sfruttando il sempre bizzoso meteo nordico).

Di nuovo da verificare invece il livello di competitività delle RS-GP del team ufficiale Aprilia Racing Gresini, con i piloti Marco Melandri e Alvaro Bautista probabilmente attesi da un altro weekend avaro di soddisfazioni.

Tra i piloti a cui prestare maggior attenzione ci sarà probabilmente anche l'idolo di casa Michael Van der Mark, iridato WSS e rookie del Mondiale superbike 2015 con il team Pata Honda World Superbike, che dovrebbe prendere il posto del ceco Karel Abraham come wild-card nel team Cardion AB Racing.

MotoGP Assen - Galleria Fotografica 2014

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: