Lin Jarvis (Yamaha): "Rossi e Lorenzo, per ora tensione sotto controllo"

"Quando si avvicinerà la fine del campionato la tensione crescerà sempre più, l'importante è che teniamo questo sotto controllo" spiega Lin Jarvis a proposito del duello interno Yamaha in MotoGP.

lorenzo e rossi gp catalunya

Il MotoGP sembra sempre più un testa a testa interno al team Yamaha, un motivo d'orgoglio per la casa giapponese, ma anche un "derby" che rischia di creare dei problemi con il passare delle gare e l'avvicinarsi del titolo.  "Interverremo tra Rossi e Lorenzo solo se ci sarà qualcosa di irregolare" ha dichiarato l'amministratore delegato di Yamaha Motor Racing Lin Jarvis a marca.com.

rossi motogp catalunya 2015

L'analisi è corretta, i due piloti si rispettano, almeno per ora, e la situazione è sotto controllo. Lin Jarvis spera che le cose rimangano così anche quando la tensione aumenterà. Al momento Lorenzo dopo l'ultima vittoria in classifica generale è a solo un punto dal leader Valentino, si ripropone la lotta del 2009 in cui a spuntarla fu The Doctor, tempi in cui il rapporto tra i due piloti non era così tranquillo.

jorge-lorenzo

"Spero che non ci saranno problemi. Ad ogni modo, dobbiamo capire che entrambi sono assolutamente competitivi. Quando si avvicinerà la fine del campionato la tensione crescerà sempre più, l'importante è che teniamo questo sotto controllo. Questo momento sarà molto diverso rispetto a quello di tanti anni fa, entrambi sono più maturi, le due parti del box stanno lavorando insieme e molto bene, c'è rispetto. Gli stessi piloti stanno lavorando bene insieme. Si parte da una buona base e questo è lo sport al massimo livello" racconta Jarvis continuando la sua analisi.

podio catalunya

Consci però che le scintille potrebbero scoppiare, a vantaggio di altre case, in Yamaha si preparano già a gestirle. "Alla fine, anche se non stai lottando per il Mondiale, lo sai che il tuo primo rivale è il tuo compagno di squadra. Se lo stai facendo, è il doppio. Quello che spero è che sapranno affrontarlo loro stessi. Non possiamo permetterci di perdere punti e avvantaggiare i nostri rivali. Interverremo solo se ci sarà qualcosa di irregolare" conclude l'AD nelle dichiarazioni rilasciate al sito spagnolo.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: