2007 Beta REV 4T

Beta REV 4TDopo avervi parlato delle novità Betamotor per il 2007 presentate all'Eicma 2006 vi presentiamo oggi il modello Trial REV 4T.

Viste le problematiche sull’impatto ambientale e le relative restrizioni in fatto di emissione sono ormai un principio imprescindibile nel mondo motociclistico, ed ovviamente anche Beta si è velocemente adeguata alla normativa. Ed ecco il progressivo passaggio da propulsori 2T ad altri 4T che negli ultimi anni ha cominciato ad interessare anche il mondo del fuoristrada e del trial.

Beta, forte di una lunga tradizione trialistica, presenta il primo motore 4T progettato, sviluppato e dedicato interamente al trial. Il nuovissimo motore 250cc 4T equipaggerà la nuova REV ed andrà ad affiancare la tradizionale configurazione 2T, cavallo di battaglia della gamma Beta.

I progettisti Beta sul 4T hanno lavorato principalmente sulla riduzione dei pesi e delle dimensioni per arrivare a prestazioni simili al 2T, raggiungendo un peso di soli 23 Kg. La lubrificazione è assicurata da due pompe separate che permettono un incremento dell’efficienza generale del circuito stesso.

L’affidabilità del circuito di lubrificazione è assicurata da una valvola di massima pressione collocata immediatamente dopo la pompa di mandata, che processa continuamente il flusso dell’olio e nel caso la sua pressione superi i 3,5 bar è in grado di intervenire riducendone la portata.


Beta REV 4T


Il circuito di lubrificazione che equipaggia il nuovo propulsore 4T vanta una serie di tubi in acciaio annegati nella fusione del motore stesso (nel carter destro i tubi di mandata, in quello sinistro quelli di recupero), una soluzione che rende più compatto il propulsore ed evita il passaggio di tubi esterni.

Nuovo anche il cambio, piccolo e leggero, sviluppato appositamente per il trial. Dotato di 5 marce: 1°, 2° e 3° dedicate alla guida in zona e al superamento degli ostacoli, 4° e 5° votate all’uso nei trasferimenti. Il cambio è inoltre potenzialmente sviluppabile con l’inserimento di una 6° marcia nel caso di applicazioni future.

Il nuovo propulsore 4T, progettato per il trial, è stato sviluppato per poter dar vita ad una famiglia di motori dedicati al motoalpinismo, sport gemello del trial. Dallo stesso basamento potranno infatti nascere propulsori con cubature 250 e 400cc che, con opportune modifiche (cambio a 6 marce, contralbero per le vibrazioni, EFI ed avviamento elettrico) equipaggeranno una nuova generazione di moderni veicoli motoalpinistici.

Si è lavorato molto anche su carburatore e comando gas. Ogni apertura del gas trasmette al pilota esattamente la risposta attesa, una sensazione di immediatezza e di accordo con la moto finora mai provato su un trial 4T. I trialisti vogliono un minimo ben calibrato, necessario sulle zone lente che richiedono una motricità ridotta e quando arriva il momento di spalancare il gas, l’attenta carburazione della nuova REV 4T garantisce un’erogazione piena e potente, priva di smagrimenti e buchi.

Infine la nuova REV 4T gode di un baricentro spostato sensibilmente più in alto in modo da offrire al pilota il massimo delle sensazioni di handling nella guida trialistica.

Maggiori informazioni sul sito www.betamotor.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: