Max Biaggi mattatore nelle due gare di Misano /video

Max Biaggi (Aprilia Racing Team) ha vinto entrambe le gare del settimo round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike, davanti a 67.000 spettatori, raggiungendo così quota 19 successi e 66 podi in 141 gare disputate. Grazie alla splendida doppietta il pilota romano allunga in classifica e si porta a quota 210,5 punti, seguito da Jonathan Rea con 172 e Tom Sykes con 164,5. Perdono terreno Melandri (155,5) e Checa (150). La prima gara di Misano è una di quelle corsa da incorniciare, che entra di diritto negli annali del motociclismo mondiale e non soltanto perchè vinta da un pilota italiano ma anche per il numero di bei sorpassi che si son visti nelle prime posizioni.

In Gara 1, il campione del mondo Superbike 2012, ha recuperato la scomoda posizione di partenza (decimo tempo, terza fila) superando nello spettacolare finale la sorpresa di giornata Davide Giugliano (Althea Racing Ducati) e il Campione in carica Carlos Checa (Althea Racing Ducati) che proprio nelle battute finali ha avuto la meglio sul compagno di squadra. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) ha comandato la prima metà della corsa ma poi è calato nella seconda parte di gara, finendo quinto dietro Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), che scattava dalla pole.Eccellente recupero per Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) finito al sesto posto, partendo addirittura in ventunesima posizione. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport), protagonista di due terzi di gara nelle posizioni di vertice, si è ritirato per un problema al pneumatico posteriore.

Biaggi ha stravinto anche gara2 aumentando il vantaggio nella classifica generale. Il 40enne romano ha recuperato in fretta la scomoda posizione di partenza in terza fila. Al quarto giro (su 24) ha superato di slancio Tom Sykes, scattato dalla pole e una volta in testa ha aumentato il vantaggio, vincendo in solitario. Il podio è stato completato da Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) e Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport). Marco Melandri ha riscattato il ritiro precedente con un incoraggiante quarto posto. Il pilota ravennate si è toccato con l'iridato Carlos Checa finito a terra senza conseguenze. Nessuna infrazione è stata rilevata e i due piloti si sono sportivamente chiariti nel dopo gara. Ottimo quinto posto per Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) davanti al compagno di squadra di Michel Fabrizio. Scivolata senza conseguenze per Davide Giugliano mentre occupava il terzo posto. Segue il video degli highlights di gara2.

AGGIORNAMENTO: dopo il continua i video integrali delle due gare, entrambe da rivedere assolutamente!

Highlights Gara 2

SBK Misano - Gara1

SBK Misano - Gara2

Commenti dopo gara1
Max Biaggi: ”Il weekend non era cominciato nel migliore dei modi per noi, essere fuori dai primi quattro in Superpole ha reso il recupero difficile. Non ci sono molti punti per sorpassare qui a Misano, ma alla fine ho trovato uno spazio, alcuni dei piloti hanno commesso qualche errore, e poco a poco abbiamo scalato la montagna per arrivare in cima, ma complimenti anche a Carlos e Davide!”

Davide Giugliano: “Questa è una pista che mi piace molto e dove la Ducati è sempre andata bene. La gara è stata splendida, ho chiesto tanto alla moto e alle gomme per metà gara, poi ho sofferto un po’. Sapevo che Carlos e Max sarebbero arrivati, quando ho visto la “macchia” nera di Biaggi dietro di me diciamo che non è stato piacevole per me perché lo guardavo in televisione da bambino!”

Commenti dopo gara2
Max Biaggi: “Un weekend incredibile, soprattutto perché la mia ultima vittoria risale a febbraio, in Australia. Siamo tornati a vincere e questo è molto importante, anche perché la gara è stata davvero difficile: chattering, qualche problema di aderenza, insomma, è stata dura stare davanti. Entrambe le vittorie sono state molto belle, la prima, negli ultimi due giri, la seconda, prendendo il comando e rimanendo in testa. Non potevo chiedere di più! E un grazie va ai ragazzi che come sempre hanno fatto il massimo.”

Jonathan Rea: ”Sono molto felice, la moto si è comportata davvero bene. Sapevo che stavo andando bene e mi stavo anche divertendo molto, allo stesso tempo. Avevo un passo migliore di Sykes all’inizio e quando l’ho passato ho provato a mantenere il passo di Max che era al comando. Ora andiamo ad Aragon, dove non ho ancora mai corso e sono molto motivato per questo. Voglio ringraziare tutti i fan Italiani che mi hanno incoraggiato.”

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: