MotoGP Argentina 2015: Aprilia in caccia delle altre Open

MotoGP 2015 - Dopo aver portato il solo Bautista al traguardo nella gara di Austin, in Aprilia e nel team Gresini permane l'ottimismo. L'obiettivo resta la raccolta di dati che consentano il miglior sviluppo possibile alla RS GP.

Alvaro Bautista Aprilia racing 2015 preview Argentina

Dopo aver messo in archivio la gara di Austin, Aprilia ed il circus della MotoGP sbarcano in Argentina dove, sul circuito di Termas de Rio Hondo, nel prossimo week-end si correrà il terzo round del mondiale (questi gli orari tv).

La casa di Noale ed il team di Fausto Gresini proseguono lo sviluppo della RS-GP, che sulla pista texana è giunta al traguardo con il solo Bautista, il quale ha terminato a quasi un minuto (distacco equivalente a quasi 3 secondi al giro) dal vincitore, Marquez, mentre Melandri si è ritirato dopo 11 tornate.

Marco Melandri Aprilia racing 2015 preview Argentina

Con il quattordicesimo tempo in gara, a oltre due secondi dal best lap di Iannone, e con 14 km/h in meno rispetto ai 344,2 km/h fatti segnare da Aoyama, la moto veneta è finora apparsa più indietro come sviluppo, rispetto all'altra “debuttante”, la Suzuki GSX-RR, ma in squadra permane l'ottimismo, che traspare anche dalle parole degli uomini impegnati nel progetto.

Romano Albesiano:

“Nella gara argentina dovremo confermare i progressi fatti ad Austin e, se possibile, migliorare ancora. Potremo farlo grazie alle informazioni raccolte da Alvaro nella sua bella gara di domenica scorsa. Veniamo da un bel weekend, grazie al quale abbiamo guadagnato molto in conoscenza e ora abbiamo una base tecnica che riteniamo importante e dalla quale vogliamo evolvere. Il nostro obiettivo più immediato è migliorare la trazione e proseguire su alcuni sviluppi di gestione elettronica della coppia che in Texas hanno dato buoni frutti. Ovviamente, essendo nella nostra stagione di esordio, non conosciamo questa pista. Sulla carta si presenta senza gli stop and go che abbiamo incontrato nell’ultima gara, penso che la nostra RS-GP potrebbe adattarcisi bene”.

Marco Melandri:

“In Argentina mi troverò ad affrontare un’altra pista nuova: spero che questo fine settimana le condizioni meteo possano mantenersi stabili, al contrario di quanto accaduto in Texas, in modo da poter impostare meglio il nostro lavoro sulla moto. Se ci riusciremo, credo che potremo compiere un passo in avanti e avvicinarci al gruppo di piloti di fronte a noi”.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: