Assicurazione moto: la crisi tra moto usate e rinunce

Una ricerca evidenzia come nel secondo semestre 2014 aumentano gli acquisti di moto di seconda mano, mentre si rinuncia alle garanzie aggiuntive.

Lo stato economico di un Paese si può leggere attraverso tanti indicatori. Da quelli ufficiali, che coinvolgono l’inflazione, la disoccupazione e il potere d’acquisto dei cittadini, a quelli più specifici, che analizzano il comportamento degli utenti in determinate circostanze. Come, per esempio, la stipula di assicurazioni per la propria auto o moto.

Una ricerca effettuata dall’Osservatorio di Segugio.it evidenzia come le scelte dei motociclisti italiani evidenzino la necessità di cercare il risparmio anche nella mobilità. Secondo la ricerca, infatti, la congiuntura economica sfavorevole spinge automobilisti e motociclisti a risparmiare sulla polizza tralasciando le garanzie aggiuntive, come incendio o furto.

Un trend negativo che evidenzia come chi stipula un’assicurazione preferisce ‘rischiare’ di essere scoperto per fattori esterni, ma risparmiare sulla polizza. Ma non è solo la tipologia d’assicurazione il risparmio cui i centauri puntano quando cambiano moto.

Se, come evidenzia la ricerca, sono sempre più i motociclisti che si affidano a siti comparatori d’assicurazioni nella scelta della polizza (passando dal 42,9 al 43,6% rispetto al secondo semestre 2013), a crescere in maniera importante è anche l’età media delle moto usate acquistate. Il trend, iniziato nel gennaio 2011, si conferma con l’età media passata dai 7,7 anni del secondo semestre 2013 agli 8,5 anni nel secondo semestre 2014.

Motociclisti più attenti al risparmio, ma anche alla guida. Dal secondo semestre 2013 al primo 2014 i motociclisti che non hanno commesso sinistri negli ultimi 5 anni sono passati dal 94,7% al 95,5%, con un aumento dei centauri nelle prime 4 classi di merito passati dal 23,2% al 24%. Il tutto porta a una diminuzione della tariffa media RC del 5,3%.

I Video di Motoblog

Ultime notizie su Curiosità

Curiosità

Tutto su Curiosità →