SBK, Davide Giugliano: "Sbaglio tanto, ma sono sempre al limite"

Il veloce pilota romano del Ducati Superbike Team traccia un primo bilancio di stagione, non risparmiandosi qualche autocritica: "Mi è mancata un po’ di costanza, e questa va trovata.."

01 Giugliano_ambience

Giunti alla pausa estiva del Mondiale Superbike, anche per Davide Giugliano è tempo di tracciare i primi bilanci per quanto riguarda la stagione 2014. Limitandosi solo ai 'freddi numeri', il 24enne romano del Ducati Superbike Team non può certo dirsi eccessivamente soddisfatto di quanto raccolto finora: 7° in classifica piloti a quota 153 punti (a 6 lunghezze dal 6° posto del compagno Chaz Davies ma a -172 dal leader Tom Sykes), 2 podi (2° e 3° nelle gare-2 di Portimao e Assen) e una pole (a Donington) il riassunto della sua annata fino ad ora, al netto di qualche caduta di troppo.

Tuttavia, tenendo conto delle premesse di inizio stagione - con Giugliano che si univa al nuovo team ufficiale Ducati per correre con una 1199 Panigale fino a quel momento tutt'altro che impressionato in WSBK - vanno comunque riconosciute delle 'attenuanti generiche' al talento laziale, che comunque ha sicuramente commesso degli errori ma ha sempre dato l'impressione di andare costantemente 'all'attacco'.

Guarda le foto del Round di Misano del Mondiale SBK 2014

SBK Misano 2014 - Gallery Gare
SBK Misano 2014 - Gallery Gare
SBK Misano 2014 - Gallery Gare
SBK Misano 2014 - Gallery Gare

In alcune recenti dichiarazioni raccolte dal sito ufficiale del Mondiale Superbike, Davide Giugliano ha confidato le sue valutazioni sulla sua prima annata da pilota ufficiale Ducati, non risparmiandosi qualche autocritica:

“Questa prima parte di stagione non la valuto né bene né male: diciamo che sono nel bel mezzo di una situazione un po’ particolare. Se è vero che siamo molto veloci, è altrettanto vero che sbagliamo tanto, o meglio, che sbaglio tanto. Sono su un filo abbastanza sottile, dove sono sempre al limite, e questo non è buono. Dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista e io devo cercare di concretizzare un po’ di più”.

Guarda le foto del Round di Misano del Mondiale SBK 2014

SBK Misano 2014 - Gallery Gare
SBK Misano 2014 - Gallery Gare
SBK Misano 2014 - Gallery Gare
SBK Misano 2014 - Gallery Gare

Con il 'taglio' del GP del Sud Africa, sono rimasti solo 3 i rounds che si correranno da qui a fine stagione (Jerez il 7 Settembre, Magny Cours il 5 Ottobre e Losail il 2 Novembre), ma Giugliano si aspetta comunque di chiudere la stagione in crescendo:

“Mi aspetto di fare buone gare da qui al termine della stagione. Non bisogna 'strafare', ma bisogna 'fare'. C'è da portare la moto al traguardo, questa è la cosa più importante. La velocità non è mai mancata, sono sempre stato o quasi tra i primi tre, ma mi è mancata un po’ di costanza e questa va trovata”.

Guarda le foto del Round di Portimao del Mondiale SBK 2014

SBK Portimao 2014 - Gallery Gare
SBK Portimao 2014 - Gallery Gare
SBK Portimao 2014 - Gallery Gare
SBK Portimao 2014 - Gallery Gare

Giugliano non ha poi mancato di lodare ancora una volta i progressi compiuti della sua Ducati 1199 Panigale R, che dopo un 2013 semplicemente 'da dimenticare' si è invece dimostrata in forte crescita in questa edizione del campionato:

"È cambiata tantissimo, abbiamo fatto un grande lavoro a livello di sviluppo, grazie a Baiocco, nostro collaudatore, senza contare che io e Chaz ci abbiamo messo un po' del nostro, che sicuramente ha aiutato”.

Guarda le foto del Round di Portimao del Mondiale SBK 2014

SBK Portimao 2014 - Gallery Gare
SBK Portimao 2014 - Gallery Gare
SBK Portimao 2014 - Gallery Gare
SBK Portimao 2014 - Gallery Gare

FIM Superbike World Championship - Qualifying

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: