Furti due ruote: rubati oltre 116 al giorno, quasi 5 ogni ora

In aumento i furti di motoveicoli: 42.529 motoveicoli rubati nel 2013 contro i 38.783 del 2010 (+10%). Ogni giorno in Italia vengono rubati oltre 116 motocicli, quasi 5 ogni ora. Tutti i dettagli.

furto moto

I furti di moto e scooter lo scorso anno sono aumentati del 10%. 42.529 mezzi su due ruote rubati nel 2013 contro i 38.783 del 2010. Questi i dati riportati in un Dossier elaborato da LoJack, azienda leader nel rilevamento e recupero di beni rubati, che raccoglie e analizza i dati forniti dal Ministero dell’Interno e li integra con quelli provenienti dalle proprie elaborazioni e report sul fenomeno dei furti che riguardano le due ruote a motore. L'analisi ha riguardato il 2013 confrontato con il 2010.

Nel 2013 i furti di motocicli hanno confermato di costituire per il nostro Paese un malcostume molto radicato, una problematica difficile da contrastare per le istituzioni nazionali e locali. Dai dati riportati dalla tabella divisa per regione si possono notare quali siano le regioni dove i furti di motoveicoli siano in aumento: Umbria +71%, Marche +64%, Emilia Romagna +44%, Veneto +34% precedono Lombardia +21%, campania +24%, Liguria +27% anche se per numero di "mezzi" rubati le regioni più a rischio sono Lazio, Campania e Lombardia.

Furti motoveicoli divisi per Regione 2013-2010






































































































































Regione Furti 2013 Furti 2010 Var. %
ABRUZZO 271 306 -11%
BASILICATA 10 19 -47%
CALABRIA 571 509 12%
CAMPANIA 6.949 5.595 24%
EMILIA ROMAGNA 1.944 1.350 44%
FRIULI VENEZIA GIULIA 271 297 -9%
LAZIO 9.653 10.421 -7%
LIGURIA 3.073 2.421 27%
LOMBARDIA 6.793 5.609 21%
MARCHE 278 170 64%
MOLISE 28 22 27%
PIEMONTE 1.238 1.313 -6%
PUGLIA 1.680 1.933 -13%
SARDEGNA 510 452 13%
SICILIA 6.382 5.953 7%
TOSCANA 1.988 1.752 13%
TRENTINO ALTO ADIGE 55 69 -20%
UMBRIA 133 78 71%
VALLE D'AOSTA 21 6 250%
VENETO 681 508 34%
TOTALE 42.529 38.783 10%

    LEGGI ANCHE > Classifiche TOP 100 Mercato 2014

Ma quali sono le cause dell'aumento dei furti? Sicuramente la crisi economica supportata dalla disoccupazione giovanile che ha superato il 40% e - riporta la nota - il crescente interesse delle organizzazioni criminali internazionali per il business delle parti di ricambio e alla diffusione di tecniche e modalità criminali sempre più ingegnose che sfruttano le tecnologie più avanzate per beffare il proprietario del motoveicolo anche quando questi ritiene di essere al sicuro.

Nel confronto 2013-2010 il dato sui furti appare in crescita in ben 13 Regioni e assume dimensioni particolarmente preoccupanti in Campania Lazio, Liguria, Lombardia, Sicilia, Piemonte e Toscana.

La tabella che segue mostra il numero di motoveicoli recuperati nel 2013 suddivisi per regione. Un tasso di recupero molto basso se si pensa che sul totale dei 42.529 motoveicoli rubati nel 2013 ne sono stati recuperati solamente 12.525 pari al 29%. In pratica circa 30.000 motoveicoli sono spariti dalla circolazione e probabilmente smontati per essere rivenduti come parti di ricambio. Il dato si contrae ulteriormente in alcune delle zone più colpite, in cui il presidio e l'ingegnosità della criminalità rende più difficile le attività di controllo e prevenzione delle Forze dell'Ordine: Campania (26% di recuperi), Lazio (23%), Lombardia (20%), Sicilia (28%).

Furti e recuperi di motoveicoli per Regione 2013




























































































































































Regione Motoveicoli
rubati 2013
% Furti
su Totale
Motoveicoli
recuperati 2013
% Tasso
recupero
ABRUZZO 271 0,64% 155 57%
BASILICATA 10 0,02% 4 40%
CALABRIA 571 1,34% 195 34%
CAMPANIA 6.949 16,34% 1.817 26%
EMILIA ROMAGNA 1.944 4,57% 690 35%
FRIULI VENEZIA GIULIA 271 0,64% 123 45%
LAZIO 9.653 22,70% 2.195 23%
LIGURIA 3.073 7,23% 1.684 55%
LOMBARDIA 6.793 15,97% 1.388 20%
MARCHE 278 0,65% 93 33%
MOLISE 28 0,07% 2 7%
PIEMONTE 1.238 2,91% 240 19%
PUGLIA 1.680 3,95% 734 44%
SARDEGNA 510 1,20% 169 33%
SICILIA 6.382 15,01% 1.808 28%
TOSCANA 1.988 4,67% 931 47%
TRENTINO ALTO ADIGE 55 0,13% 26 47%
UMBRIA 133 0,31% 40 30%
VALLE D'AOSTA 21 0,05% 4 19%
VENETO 681 1,60% 227 33%
TOTALE 42.529 100,00% 12.525 29%

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail