SBK Sepang 2014, Davide Giugliano: "Giornata difficile, ma questa volta mi accontento”

Pochi punti per il romano del Ducati Superbike Team in Malesia, il compagno Chaz Davies quarto in Gara-1: "Penso di aver fatto tutto quello che potevo.."


Il debutto del tracciato di Sepang nel Mondiale SBK non ha dato gli esiti sperati per il Ducati Superbike Team, che nella giornata di gare ha raccolto un buon quarto posto in Gara-1 prima di chiudere Gara-2 ai margini della 'Top 10'. A centrare il piazzamento a ridosso del podio è stato il gallese Chaz Davies, mentre Davide Giugliano - ottimo terzo nelle qualifiche di ieri - ha dovuto fare i conti con una leggera forma influenzale che ne ha inevitabilmente condizionato il rendimento in pista.

In Gara 1, Davies è partito subito forte dall’ottava posizione in griglia ritrovandosi presto a duellare con lo spagnolo Toni Elias (Red Devils Roma Aprilia) per la terza posizione. Negli ultimi giri però c'è stato il prepotente ritorno di Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki), che ha beffato entrambi, con Davies che però riusciva a negare la quarta piazza ad Elias. Giugliano invece rimaneva impelagato nel caos del primo giro innescato dalla caduta di Baz, perdendo diverse posizioni e chiudendo poi la gara all'ottavo posto.

In Gara-2, i due piloti Ducati Superbike erano partiti abbastanza prima dell'interruzione, navigando tra il sesto e l'ottavo posto. Dopo il ‘quick restart’, entrambi hanno però dovuto arrendersi al calo delle gomme accentuato dalle alte temperature. con Davies che si classificava 8° e Giugliano 10°.

SBK SEPANG 2014 - GALLERY GARE

Dopo il fine settimana in Malesia, Chaz Davies è sceso al sesto posto della classifica generale con 130 punti, ed ora il suo più immediato inseguitore è proprio Davide Giugliano, settimo con 96 punti. Il gallese comunque ritiene di aver fatto tutto quanto in suo potere:

“Le gare di oggi sono state difficili proprio come me le aspettavo. Il problema principale è stato una mancanza di grip sui lati esterni della gomma, un problema che coinvolge anche altri aspetti, come per esempio l’elettronica, che non funziona perfettamente quando il livello di grip è così basso. Il feeling è stato simile in entrambe le manche, forse un pochino meglio nella seconda, dopo che abbiamo apportato qualche modifica, ma dobbiamo continuare a lavorare per risolvere questo problema e per poter migliorare in accelerazione, in uscita dalle curve. Sono abbastanza soddisfatto del risultato di gara 1. Comunque, penso di aver fatto tutto quello che potevo oggi, e adesso ci concentriamo per le prossime gare.”


SBK SEPANG 2014 - GALLERY GARE

Davide Giugliano si è svegliato questa mattina con una forte febbre, un handicap che ha ovviamente influito sulle prestazioni odierne del talento romano. Una collisione alla seconda curva tra alcuni piloti lo aveva costretto quasi a fermarsi in Gara-1, per evitare di cadere a sua volta, perdendo molte posizioni, mentre in Gara-2 le alte temperature hanno anticipato il calo di grip delle gomme già visto in Gara-1, con Giugliano costretto a rallentare il passo e accontentarsi della decima posizione. Queste le sue considerazioni di fine giornata:

“Mi dispiace un po’ per gara 1. Non è la prima volta che Baz fa una cosa del genere e questa volta alcuni dei piloti sono caduti ed io ho perso tante posizioni, evitando di cadere a mia volta. Ho cercato di accelerare il più possibile e sono riuscito a sorpassare parecchi piloti, ma ad un certo punto non avevo più grip. La seconda gara è andata piuttosto male. Siamo ripartiti bene ma dopo soli tre giri ho sofferto ancora per un calo di grip che non mi ha permesso di guidare come avrei voluto. Una giornata difficile ma posso dire che in queste condizioni, e considerando che per l’influenza ero molto debilitato fisicamente, finire le gare è già un buon risultato – ottavo e decimo non sono posizioni che mi soddisfano, ma questa volta mi accontento.”

SBK SEPANG 2014 - GALLERY GARE


Ernesto Marinelli, Ducati Superbike Project Director, ha così commentato i risultati ottenuti al Sepang International Circuit dal punto di vista della squadra:

“Considerato che questo tracciato non ci era favorevole, i risultati ottenuti non sono stati negativi. Chaz ha sfiorato il podio di poco in gara uno. Un vero peccato per Davide, perché la febbre e la debolezza creata dall’influenza sicuramente lo hanno debilitato molto in queste condizioni già di per se estreme. Solo la sua determinazione e l’aiuto della Clinica mobile gli hanno permesso di resistere in entrambe le manche. Il grip al posteriore, specialmente in gara 2, dove la temperatura è ulteriormente aumentata, è stato il nostro principale problema in questo weekend. Dobbiamo quindi capire dai dati accumulati, come migliorarci quando fa così caldo. Il lavoro quindi continua e ci prepareremo al meglio per le gare di Misano”.

SBK SEPANG 2014 - GALLERY GARE

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: