Pagelle MotoGP Qatar 2014: show e scintille. Marquez e Rossi, emozioni da fotofinish

Le Pagelle di Motoblog del Gran Premio del Qatar vinto ieri da Marc Marquez dopo un bel duello con Valentino Rossi.


LA CORSA: scintille. Voto 9+ Losail mantiene le promesse con le luminarie dei riflettori nel deserto e con le scintille in pista, per i duelli davanti e dietro e per le tante cadute. Agli exploit dei piloti in prova (Espargarò ecc), Marquez e Rossi rispondono con una gara da applausi riportando le Factory al loro posto, in vetta. Quando il presente (Marc) e il passato (Vale) si incontrano, è show: 259 millesimi dividono il primo dal secondo! Sul piano tecnico, corsa con il tempo totale simile al 2013 (Marc 43’40.561, solo 7 decimi più lento di Lorenzo 2013), i primi due sono andati più forti del 2013, a rimetterci è Lorenzo, a terra. La partita è aperta, anche la polemica.

MARQUEZ: king. Voto 10 + Il giovane fenomeno della Honda (voto 10+) suda le proverbiali 7 camicie ma non sbaglia il colpo confermando di essere il … fenomeno che già sbancò la stagione 2013. Pur col perone fratturato di recente e a digiuno di test invernali Marc trionfa nel primo GP 2014 con la classe e l’irruenza del baby e la maturità da “vecchia volpe”. Gomma dura, scelta perfetta. Al primo colpo, già ipoteca il nuovo titolo!

ROSSI: imperatore. Voto 10 Il 9 volte iridato della Yamaha (voto 10) manca per un pelo il colpaccio della vittoria firmando una prestazione maiuscola, da vecchi tempi. Eh sì, Rossi c’è! E incanta. Corsa semplicemente perfetta: peccato che in pista c’è … Marquez! Nel 2013 il pesarese – do you remember? – battè lo spagnolo… Ma la battaglia è (ri)aperta. Non si sa mai.

GUARDA LA GALLERY DELLA MOTOGP DEL QATAR 2014

PEDROSA: governatore. Voto 7- Ancora una volta lo spagnolo agguanta il podio, ma ancora una volta dimostra di essere il primo … degli ultimi. Bel passo ma manca la frustrata. Sbaglia la partenza, governa se stesso ma … da dietro, da spettatore. Fortuna che Bautista si è levato di mezzo da solo! Dany, batti un colpo! Il posto sulla Factory Honda è a rischio.

LORENZO: ko. Voto 4- Un pilota dal valore e dall’esperienza di Jorge non può farsi prendere la mano all’inizio gara, quasi come un pivello. Jorge esagera e paga il fio. Prima gara, zero punti e un gran rimpianto per aver sciupato una occasione d’oro. Di questo passo, si fa la “fine” del 2013. Urge riscossa immediata. E sangue freddo. Al maiorchino non mancano i mezzi. Dai!

IANNONE, BRADL, SMITH, BAUTISTA: i caduti. Voto: nc. Piloti grandi protagonisti in gara ma anche vittime di cadute. C’è tempo per rifarsi. Specie per ESPARGARO’ (voto: nc).

DUCATI: ok. Voto 8 Nel vortice dei nuovi regolamenti la Casa di Borgo Panigale –vista nell’ottica del bicchiere mezzo pieno – è uscita bene dal primo GP stagionale, dimezzando il gap (12 secondi per Dovi) dal vincitore, portando a casa un quinto e un sesto posto. E senza la caduta di Iannone … Comunque, confermati in gara i passi avanti dei test invernali. Dai, Dall’Igna!

GUARDA LA GALLERY DELLA MOTOGP DEL QATAR 2014

Ultime notizie su Motomondiale

Cronaca, live timing e live blogging della gare del Motomondiale. MotoGP, Moto2, 125, interviste, reportage, classifiche e mercato dal campionato del mondo prototipi

Tutto su Motomondiale →