Internazionali d'Italia 2011: la parola a Tony Cairoli

Cairoli in curva

Mancano ormai pochissimi giorni alla prima prova degli Internazionali d’Italia di Motocross 2011, che si disputerà a Ponte a Egola il 27 febbraio. I vari piloti cominciano a prepararsi anche per questo evento e lo Staff di Off Road Pro Racing ha intervistato il Campione del Mondo in carica Antonio Cairoli, che ha parlato della stagione che sta per cominciare.

Dopo quattro titoli mondiali ti senti appagato o vorresti dimostrare ancora qualcosa?

Tony: Sicuramente non mi sento appagato: aver vinto quattro titoli è molto importante ma ogni anno c'è una nuova sfida. In campionato, come in ogni gara, mi piace correre per cercare di vincere.

Un anno è trascorso, ritieni di essere stato avvantaggiato dalla scelta importante di correre con la KTM SX-F 350, visto che anche il
tuo compagno di team ha fatto ora la stessa scelta?

Tony: La KTM 350 è un'ottima moto ma sui risultati non credo sia possibile valutare vantaggi o svantaggi. Sicuramente era una moto
nuova e abbiamo fatto un ottimo lavoro di team per farla crescere e adattarla alle mie esigenze. La moto ideale per me non è detto che sia
l'ideale per un altro pilota. Ognuno deve fare il suo lavoro e sistemarsi la moto, poi solo i risultati possono dire se si è lavorato bene.

Come vedi la tua partecipazione ai prossimi Internazionali d’Italia, dato che, alla luce della nuova formula, saranno presenti molti team del mondiale e sicuramente la qualità generale dei piloti sarà di alto livello internazionale?

Tony: Sono quattro gare molto ravvicinate e poi si inizia il mondiale, quindi sono perfette per prendere il ritmo di gara e affinare le ultime cose sulla moto. Ho iniziato la preparazione in America, poi a Roma e in Sardegna, e tutto procede secondo programma. Ci saranno diversi piloti del mondiale e questo è bene per lo spettacolo e per il pubblico.

Quali pensi saranno i tuoi avversari più temibili a Ponte a Egola?

Tony: Sinceramente queste saranno gare di preparazione al mondiale e non stiamo a guardare chi sono gli avversari, più ce ne sono e meglio è, saranno uno stimolo in più. Ci sono ottimi piloti sia di MX1 che di MX2 e visto che si corre insieme, anche quelli della MX2 possono
essere protagonisti.

Un pronostico per il Mondiale 2011, MX1, MX2?

Tony: Scusa ma non mi sbilancio…

Puoi dire di aver realizzato il tuo sogno nel cassetto?

Tony: Un sogno che si è realizzato è che la mia passione, il mio sport, è la mia vita di tutti i giorni e la mia professione. Ma ho ancora tanto
da realizzare.

Vuoi dire qualcosa ai tuoi tifosi?

Tony: Posso solo ringraziarli perché mi sono sempre molto vicini, aggiungo che anche quest'anno farò di tutto per farli divertire.

via | Axo Sport

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: