BMW S 1000 R 2014: video, dettagli e prezzo

BMW presenta la nuovissima S 1000 R, la naked derivata dalla supersportiva S 1000 RR nata per il puro piacere della guida sportiva per strada e in pista. Grazie ad un propulsore da 160 CV e ad un peso di 207 kg, il tutto contornato da una ciclistica allo stato dell'arte, questa nuova possente creatura del marchio bavarese è pronta ad affrontare il mercato e a dominare nella sua categoria!

a:2:{s:5:"pages";a:6:{i:1;s:0:"";i:2;s:6:"Design";i:3;s:6:"Motore";i:4;s:11:"Elettronica";i:5;s:10:"Ciclistica";i:6;s:14:"Scheda Tecnica";}s:7:"content";a:6:{i:1;s:1636:"

Come ogni anno, BMW usa sfrutta la golosissima occasione del Salone EICMA di Milano per presentare al mondo le sue nuove creature. Lo scorso anno, abbiamo assistito alla presentazione della nuova R 1200 GS 2013, modello che era già stato presentato un mese prima al Salone di Colonia ma che ha riscosso un enorme successo tra il pubblico proprio per le sue caratteristiche tecniche e le grandi novità apportate ad un modello già validissimo come da tradizione.

Quest'anno, tra le varie novità che verranno presentate al Salone di Milano EICMA 2013, la Casa dell'Elica si prepara a mostrare al pubblico l'ultima nata tra le "belve" di casa BMW. Derivata (e si vede) dalla supersportiva S 1000 RR, ecco la sua versione naked, la S 1000 R, una roadster muscolosa e ben dotata che si prepara a sbarcare il lunario nell'agguerrito segmento delle Dynamic Roadster formato da modelli molto allettanti.

I motociclisti alla ricerca del puro piacere di guida sportivo sia su pista che su strada si troveranno davanti ad una moto cui non manca nulla: propulsore 4 cilindri in linea da 160 CV erogati a 11000 g/min e capace di una coppia massima pari a 112 Nm a 9250 g/min. Elettronica formata da Race-ABS, ASC e due modalità di guida di serie, ed un peso pari a 207 Kg. Per incrementare la potenza ai medi e ai bassi, sono stati ridisegnati i condotti del motore nella testata cilindri e sono stati ricalcolati i profili delle camme, il tutto governato dalla gestione BMS-X che sfrutta anche il sistema e-gas.

";i:2;s:1712:"

Design

Non ci sono dubbi sul design: la base è chiaramente la supersportiva S 1000 RR, ma la nuova S 1000 R deve saper interpretare i canoni di una Dynamic Roadster di tutto rispetto. Ecco dunque un look dettato dal principio del “tail up – nose down”, ovvero una sezione frontale bassa e una coda ancora più alta e marcata della sorella da pista.

Richiamando il concetto degli "occhi" differenti nelle forme caratteristici della S 1000 RR, la nuova super naked tedesca mostra un frontale con proiettori suddivisi asimmetricamente una grossa presa d’aria centrale, mentre sulle carenature laterali ritroviamo la particolare forma a branchie dei condotti di uscita dell’aria.

Maggiore importanza è stata dedicata all'ergonomia della moto. La sella è alta 814 mm, in modo da consentire proprio a tutti di beneficiare comodamente delle caratteristiche di questa nuova moto bavarese. Al vertice della forcella troviamo un largo manubrio in alluminio con bloccaggi fucinati, mentre le posizione delle pedane sono state ridefinite per consentire una guida sportiva ma allo stesso tempo confortevole.

La strumentazione della S 1000 R dispone di un grande schermo LCD con contagiri analogico. Il display mostra la marcia inserita e la modalità selezionata “Rain”, “Road”, “Dynamic” oppure “Dynamic Pro”. Tramite il comodo blocchetto dei comandi è possibile passare da una modalità di guida all'altra. I clienti BMW hanno infine la possibilità di scegliere tra tre differenti varianti cromatiche: Racingred pastello, Frozen Darkblue metallizzato e Lightwhite pastello.

";i:3;s:1986:"

Motore


A spingere con decisione questa nuova belva tedesca, troviamo un propulsore quattro cilindri in linea da 999 cm³ capace di 160 CV a 11000 g/min che raggiunge una coppia massima di 112 Nm a 9250 g/min. Per rendere la moto ancora più godibile su strada, gli ingegneri BMW hanno migliorato la coppia in ogni campo di regime. Rispetto alla S 1000 RR, il motore della S 1000 R eroga fino a 10 Newtonmetri di coppia in più nell’arco di regime fino a 7500 g/min.

Il rapporto corsa/alesaggio è pari a 49,7 x 80 millimetri, coadiuvato dal comando valvole dotato di piccoli e leggeri bilancieri singoli collegati aduna catena dentata corta che viene azionata da una ruota intermedia che comanda gli alberi a camme. L'alimentazione prevede un’iniezione di carburante sequenziale selettiva con due iniettori per cilindro. Sulla testa troviamo dei condotti ridisegnati e sono state ricalcolate le curve di alzata cilindro.

Il tutto viene poi integrato dalla nuova gestione motore BMS-X che dispone di un antibattito selettivo analogamente alla S 1000 RR e che ha consentito di realizzare nella S 1000 R la completa funzione di e-gas. Sono state poi apportate ulteriori modifiche all’impianto elettrico ed elettronico del motore, come le bobine di accensione con stadio finale integrato e i nuovi sensori per i due alberi a camme in testa.

Il motore urla attraverso un nuovo impianto di scarico in acciaio inossidabile con valvola acustica a peso ottimizzato che permette di rispettare le norme di emissioni ed acustiche lasciando comunque il motore libero di erogare tutta la sua potenza. Per ciò che concerne invece la trasmissione, troviamo un cambio a sei rapporti ad innesti frontali e una catena a o-ring, sistema che può essere integrato con il cambio elettro assistito HP per salire di marcia senza attivare la frizione, disponibile nel catalogo optional.

";i:4;s:1794:"

Elettronica


Ovviamente, una moto dotata di queste preziose e potenti caratteristiche meccaniche non può non affidarsi ad una raffinata parte elettronica creata per gestire al meglio gli scalpitanti 160 Cv erogati dal quattro cilindri in linea. Ecco dunque i sistemi elettronici di gestione del controllo automatico di stabilità ASC, e del controllo della frenata Race-ABS, integrate da due modalità di guida di serie.

Nella modalità di guida “Road” il Race-ABS e l’ASC sono impostati per la guida su strade asciutte e la risposta del gas è ottimale. Nella modalità di guida “Rain” la motocicletta viene regolata per percorrere delle strade a basso coefficiente di attrito, in particolare fondi stradali bagnati. La risposta del gas è morbida, il Race-ABS e l’ASC sono adattati alle condizioni momentanee e anticipano gli interventi di regolazione. In questa modalità di guida la potenza viene limitata a 136 CV a 9500 g/min e la coppia a 104 Nm a 9000 g/min.

Come optional invece troviamo la Modalità di Guida Pro che include il Dynamic Traction Control con sensore d’inclinazione integrato che sostituisce l'ASC. Il Race-ABS funziona senza il riconoscimento di sollevamento della ruota posteriore; attivando il freno della ruota posteriore non si hanno degli interventi di regolazione del Race-ABS. In questo modo, i più esperti possono addirittura eseguire delle derapate ben controllate in curva poiché le caratteristiche di regolazione del DTC sono adattate alla guida particolarmente sportiva e ad elevati coefficienti di attrito. Le impennate invece, una volta esclusi i controlli, devono essere gestite da se con estrema cautela!

";i:5;s:6441:"

Ciclistica

La struttura di base della nuova S 1000 R è un robusto telaio a doppia trave in alluminio dal peso di solo 11,98 chilogrammi che accoglie il motore inclinato in avanti di 32 gradi come elemento portante. Il peso complessivo della moto, come già detto, è pari a 207 chilogrammi in ordine di marcia con serbatoio pieno, caratteristiche che identificano la nuova S 1000 R come una delle più leggere nella categoria di appartenenza.

Il baricentro è stato individuato dopo una lunga serie di test. Successivamente sono state apportate le quote ottimali per rendere la moto agile, bilanciata e molto precisa. L'inclinazione del cannotto dello sterzo è ridotta di 0,8 gradi e ammonta a 65,4 gradi, mentre l’incidenza di 98,5 mm è più lunga di 5 millimetri rispetto alla RR. Il passo è cresciuto di 22 millimetri a 1439 millimetri.

La parte delle sospensioni sfoggia all'anteriore una forcella Upside-Down da 46 millimetri dotata di inserti Closed Cartridge, ovvero un sistema idraulico stantuffo-cilindro separato che offre delle possibilità di regolazione della fase di compressione e di estensione. Al posteriore troviamo invece un ammortizzatore unico centrale regolabile nel precarico della molla e nella fase di compressione e di estensione. Il sistema è collegato al forcellone tramite un cinematismo compatto e leggero, mentre l’escursione totale sull’asse posteriore è pari a 120 millimetri, identica a quella della sospensione anteriore.

La parte delle sospensioni può inoltre essere equipaggiato con l'optional Dynamic Damping Control DDC, il sistema che adatta le sospensioni nella fase di compressione e di estensione in base alla modalità di guida scelta dal pilota.

Le gomme sono montate su cerchi in alluminio fucinato a 10 raggi, identici a quelli montati sulla S 1000 RR. I dischi freno non dispongono di un supporto separato, soluzione che consente di risparmiare peso grazie all'impiego di un alloggiamento diretto. A tal proposito, la potenza della nuova S 1000 R, è dotata di un impianto frenante ad alte prestazioni che include il sistema Race-ABS semintegrale e un ammortizzatore di sterzo di serie.

All'anteriore troviamo un doppio freno a disco con pinze fisse a quattro pistoni, due dischi flottanti in acciaio dal diametro di 320 millimetri e spessore di 5 millimetri. I tubi dei freni rivestiti con treccia d’acciaio sono stabili alle variazioni di pressione e assicurano una trasmissione ottimale della forza frenante. sulla ruota posteriore invece agisce un disco singolo dal diametro di 220 millimetri e spessore di 5 millimetri, morso da una pinza flottante.

Il sistema BMW Motorrad Race-ABS semintegrale di serie, agisce contemporaneamente sul freno anteriore e su quello posteriore con la sola pressione sulla leva del freno anteriore, mentre il freno a pedale agisce esclusivamente sulla ruota posteriore. Premendo un pulsante il pilota dispone, in base alle modalità di guida selezionate, anche delle rispettive caratteristiche del Race-ABS in tre varianti differenti. Le regolazioni sono combinate alla modalità di guida e impostate per garantire il massimo livello di sicurezza, oppure è possibile disattivarlo completamente.

Prezzo


BMW S 1000 R 2014: 12.900 Euro. Tutti i prezzi di questi nuovi modelli 2014 includono già l’incremento IVA e sono da intendere chiavi in mano con primo tagliando di manutenzione incluso, come su tutto il resto della gamma.

Optional

Pacchetto Sport con Dynamic Traction Control DTC, “Modalità di guida Pro” (“Dynamic”, “Dynamic Pro”), Cambio elettro assistito e regolazione della velocità.
Pacchetto Dynamic con Dynamic Damping Control DDC, manopole riscaldate, indicatori di direzione LED e spoilerino motore nel colore della moto.

Video


Segue un video con la presentazione delle novità 2014 presentate alla 71esima edizione del Salone Internazionale del Motociclo di Milano EICMA 2013 dal General Manager BMW Motorrad Italia, Andrea Buzzoni: BMW R 1200 GS Adventure 2014, BMW R nineT 2014, BMW C Evolution 2014, BMW R 1200 RT 2014 e BMW S 1000 R 2014.

La Casa bavarese ha inoltre esposto tutte le altre gamme novità riguardanti le colorazioni 2014: BMW Motorrad gamma colori MY 2014, BMW K 1600 GT MY 2014, BMW K 1600 GTL MY 2014, BMW S 1000 RR MY 2014, BMW R 1200 GS MY 2014, BMW R 1200 R MY 2014, BMW F 800 GS MY 2014, BMW F 800 R MY 2014, BMW G 650 GS MY 2014, BMW C 600 Sport MY 2014 e BMW C 650 GT MY 2014.

";i:6;s:2678:"

Scheda Tecnica

Motore
Cilindrata cm3 999
Alesaggio/corsa mm 80/49,7
Potenza kW/CV 118/160 a regimeg/min 11.000
Coppia Nm 112a regime g/min 9.250
Tipo motore quattro cilindri in linea raffreddato ad acqua
Compressione/carburante 12,0:1/ almeno Super senza piombo (95 ottani)
Valvole/carburazione DOHC ( double overhead camshaft) comando valvole attraverso punterie a leve oscillanti singole
Valvole per cilindro 4
Ø Aspirazione / scarico mm 33,5/27,2
Diametro farfalla mm 48
Alimentazione / gestione motore BMS-X
Depurazione gas di scarico due catalizzatori regolati a tre vie

Impianto elettrico
Alternatore W 350
Batteria V/Ah 12/9, long-life (con antifurto 12/10)
Proiettore W luce anabbagliante 1 x H 7/55 W
luce abbagliante 1 x H 7/55 W
Avviamento kW 0,8

Trasmissione di potenza
frizione multidisco antisaltellamento in bagno d’olio, azionamento meccanico
Cambio a sei rapporti ad innesti frontali
Trasmissione secondaria catena
Rapporto 2,647

Ciclistica
Telaio a doppia trave in alluminio, gruppo motore-cambio a funzione portante
Sospensione anteriore forcella USD, diametro stelo 46 mm, regolazione fase di compressione ed estensione optional DDC: regolazione elettronica dell’ammortizzazione
Sospensione posteriore doppio braccio oscillante con mono ammortizzatore centrale regolazione fase di estensione, optional DDC: regolazione elettronica dell’ammortizzazione
Escursione anteriore/posteriore mm 120/120
Avancorsa mm 98,5
Passo mm 1 439
Inclinazione cannotto sterzo ° 65,4

Freni
anteriore a doppio disco, flottante, Ø 320 mm, pinze fisse e 4 pistoni radiali
posteriore monodisco, Ø 220 mm, pinza flottante e un pistone unico
ABS BMW Motorrad Race ABS (semintegrale, disattivabile)
ASC BMW Motorrad ASC optional: BMW Motorrad DTC
Ruote cerchi in alluminio fucinato
anteriore 3,50 x 17"
posteriore 6,00 x 17"

Pneumatici
anteriore 120/70 ZR17
posteriore 190/55 ZR17

Dimensioni e pesi
Lunghezza totale mm2.057
Larghezza con specchi mm 845
Altezza della sella mm 814
Peso DIN in ordine di marcia kg 207
Peso totale ammesso kg 407
Capacità utile del serbatoio l 17,5

Prestazioni di guida
Consumo di carburante 90 km/h l/100 km 5,4 120 km/h l/100 km 5,6
Accelerazione 0‒100km/h s 3,1
Velocità massima km/h > 200

BMW S 1000 R 2014

";}}

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: