MotoGP Silverstone 2013: Marquez 'graziato' dall'airbag nell'incidente del Warm-Up | video

L'incidente nel Warm-Up del GP di Gran Bretagna avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi per il talentuoso Rookie di casa Honda, ma gli airbags della tuta hanno fatto il proprio dovere.

MotoGP Silverstone 2013 - L'incidente di Marc Marquez nel Warm Up

Uno dei momenti più intensi del fine settimana di Silverstone si è verificato nel warm-up della MotoGP di domenica mattina, quando il leader del Mondiale Marc Marquez (Honda Repsol) è incappato in una rovinosa caduta alla curva 'Vale', nello stesso punto dove solo pochi attimi prima era scivolato Cal Crutchlow (Yamaha Tech3), rischiando di 'falciare' i commissari che erano giunti in soccorso del pilota britannico. Col senno di poi, si può però valutare come quel particolare incidente avrebbe potuto avere conseguenze assai più gravi di quelle che poi, in effetti, ha procurato.

Per quell'episodio, la Direzione Gara ha penalizzato Marquez togliedogli 2 punti dalla 'licenza' - una delle novità del regolamento sportivo introdotto quest'anno - per 'non aver decelerato in modo significativo' nel rispetto delle bandiere gialle esposte in quel tratto dopo la caduta di Crutchlow, mentre lo spagnolo ha rimediato una lussazione alla spalla sinistra che per qualche ora ha tenuto tutto il paddock con il fiato sospeso, mettendo in dubbio la sua partecipazione al GP del pomeriggio.

Una sua assenza in griglia avrebbe ovviamente stravolto gli equilibri del campionato, ma il giovane talento di HRC ha poi preso regolarmente il suo posto nella casella del poleman, dando vita in seguito ad un duello memorabile con Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) che lo ha visto chiudere al secondo posto dietro al Campione del Mondo, raccogliendo 20 preziosissimi punti per la sua classifica.

MotoGP Silverstone 2013 - L'incidente di Marc Marquez nel Warm Up

Dopo il Gran Premio, Alpinestars ha rilasciato alcuni dati telemetrici riguardo a quell'incidente per illustrare in che modo la tuta dello spagnolo - fornita, appunto, dall'azienda veneta - ha risposto all'impatto. Il grafico che accompagna questo articolo, in particolare, mostra il livello di energia trasmesso dai sensori della tuta Tech Air (con airbag) posti nella parte superiore del corpo: una variazione nel livello del segnale è stata rilevata alla prima indicazione di una perdita di controllo, facendo sì che il sistema Tech Air attivasse gli airbag 0.168 secondi prima del primo impatto della spalla sinistra di Marquez con il terreno. Il 'gonfiaggio' completo degli airbags ha richiesto 0.048 secondi, garantendo la massima protezione possibile con un anticipo di 0.055 secondi prima dell'impatto.

Il medesimo grafico ci permette di valutare come il picco di energia rilevato nella caduta è stato di 22.55 g, largamente concentrato sulla spalla sinistra di Marquez. L'airbag comunque è rimasto completamente gonfio per tutta la durata dell'impatto assicurando il massimo assorbimento di energia, e così facendo ha probabilmente dato un aiuto decisivo alle speranze iridate del 20enne spagnolo.

  • shares
  • Mail