Gionata Nencini: "La mia moto non può rientrare in Italia"

Gionata Nencini Honda Transalp

Vi ricordate di Gionata Nencini? Quel ragazzo italiano che è in viaggio da quasi 5 anni in sella ad una Honda Transalp 650? Oggi vi riportiamo un suo appello: la sua moto, dopo aver attraversato 5 continenti, non può rientrare in Italia per problemi burocratici e attualmente è ferma in dogana a Milano. Girare il mondo all'avventura e poi trovarsi bloccati per un problema burocratico è davvero un paradosso. Il testo che segue è tratto dal suo sito, chi lo può aiutare?

In data 23 Aprile 2010 la moto è arrivata a Milano. La mia moto, targata Vercelli ed immatricolata in Italia è ITALIANA: targa italiana, Pra, bollo e c’ha pure il tricolore disegnato sopra. Nonostante questo, i doganieri italiani di Milano Sagrate, hanno detto che la moto non entra in Italia a meno che sia IMPORTATA DEFINITIVAMENTE. Importata? Mi sorge il dubbio che i doganieri non abbiano capito che si tratta di una moto italiana. Magari pensano che io abbia comprato la moto in Cile e che la voglia importare in Italia…

I ragazzi del Transalp Club Italia ed io ci stiamo muovendo per spiegare la natura di questa spedizione moto ed aiutare i doganieri italiani a far rientrare la moto nel suo paese di origine. Se fra gli 8000 lettori che mi seguono su Partireper.it, Facebook, YouTube ce ne sono alcuni competenti nell’ambito delle spedizioni, dogane ed importazioni, siete pregati di mettervi in contatto con noi. Grazie, Gionata Nencini

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: