Trionfo italiano a Mainz, nella finale europea del Campionato Mondiale Costruttori moto custom

Vincitori Campionato Mondiale Costruttori moto custom

E' stato un trionfo di firme italiane a Mainz, nella finale europea del Campionato Mondiale Costruttori moto custom. Cinque moto italiane presenti al Motor Bike Expo hanno monopolizzato la scena della seconda edizione del salone organizzato da Paola Somma e Francesco Agnoletto piegando una concorrenza qualificatissima, fatta di altre 114 moto, tutte di altissimo livello.

Questa è la conferma che il Motor Bike Expo continua a selezionare realizzazioni di elevatissima qualità che, dopo aver raccolto grandi consensi in patria, dominano la scena anche in campo internazionale.

Nella classifica Freestyle, assolutamente libera, senza limiti alla creatività, il successo italiano è stato addirittura schiacciante con la KCosmodrive di Garage 65 nettamente al primo posto e la Morning Sunrise di Headbanger Motorcycles al secondo posto. Nella prestigiosa classifica riservata alle variazioni sul tema Harley-Davidson si è imposta la FL48 di Abnormalcycles. Premi speciali sono andati al Sacro Chopper, firmato da BCC Venezia, e alla Ghost in the night di Waka’s Bikes.

Vincitori Campionato Mondiale Costruttori moto custom
Vincitori Campionato Mondiale Costruttori moto custom
Vincitori Campionato Mondiale Costruttori moto custom
Vincitori Campionato Mondiale Costruttori moto custom

“Non avevo alcuna esperienza internazionale - rivela il toscano Marco Cinquini, l’uomo che sta dietro al travolgente successo della KCosmodrive - ma dopo Verona siamo andati a Zurigo e poi all’Ace Cafè di Londra dove abbiamo sempre vinto la classifica freestyle. Sarò ammalato di patriottismo ma lo dico col cuore: l’organizzazione degli show all’estero è più o meno all’altezza dei nostri raduni, organizzati con passione e competenza e senza troppa enfasi. Verona è veramente ad un altro livello!”.

“Il successo italiano a Mainz - afferma Giorgio Sandi, con Luciano Andreoli artefice della sinuosa ed affascinante Morning Sunrise - è, in realtà, l’affermazione di un’autentica scuola, di una cultura tipicamente nostra, in cui ci sono idee, grandi capacità tecniche ma anche un innato senso del bello. Ci godiamo il successo ma dobbiamo lavorare per dare continuità a questi risultati: per noi Mainz è stata una vetrina eccezionale ma anche un’occasione per capire quello che c’è da fare in futuro. D’altra parte nel concetto di moto c’è intimamente connesso quello di evoluzione continua, di sperimentazione, di stimolo”.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: