Elefantentreffen: l'equipaggiamento

elefantentreffen 2010 sabato

Ora che mi sono riscaldato per bene dopo aver partecipato a questa edizione dell'Elefantentreffen, facciamo il punto sull'equipaggiamento necessario e consigliato per questa esperienza. Partire impreparati può compromettere tutto il viaggio, non basta la moto per raggiungere Solla dove da oltre 20 anni si svolge il mitico raduno (che di anni ne ha 54).

La moto: sul mezzo non c'è molto da dire, se non altro perchè verrei subito tacciato da chi lo ha fatto in Vespa, chi con una Honda CB del 1976, chi con una Guzzi Falcone o con un Piaggio Liberty. Io ho scelto una R 1200 GS Adventure sulla quale sono state montate delle ruote tassellate, Metzeler Karoo T. Una scelta che si è rivelata azzeccata, specialmente in relazione alle nevicate che abbiamo affrontato e superato senza grossi problemi.

Accessori: Tucano Urbano ci ha fornito i coprimanopole (le moffole) e il Termoscud. Due accessori che sono stati decisamente utili, considerate le temperature affrontate. Specialmente le moffole che, accoppiate alle manopole riscaldate, ci hanno consentito di utilizzare dei guanti primaverili in pelle che offrono maggiore sensibilità rispetto a dei guantoni super-imbottiti.

elefantentreffen 2010 sabato
elefantentreffen 2010 sabato
elefantentreffen 2010 sabato
elefantentreffen 2010 sabato

Abbigliamento: qui occorre soffermarsi un po' di più perchè la parte più complicata e con maggiori varianti possibili. Un sottotuta tecnico è fondamentale perchè aiuta a mantenere la temperatura corporea e crea un isolamento dall'abbigliamento a contatto con l'aria fredda e, a volte, con l'acqua o la neve. A soffrire maggiormente il freddo sono, poi, le estremità del corpo. Nessun problema per la testa anche se un sottocasco può tornare utile. Le mani, se riparate dalle moffole, non avranno nessun problema.

I piedi, invece, possono essere una parte a rischio, specialmente a bordo di moto senza carenatura. Io ho usato uno stivale TCX Infinity, un prodotto in Gore-Tex dedicato a enduro stradali. Due paia di calzini aiutano, specialmente con uno sottile di lana misto cotone a contatto con la pelle e sopra un altro di spugna o altro materiale ma più spessi. Ammetto, che nonostante questa preparazione, ai piedi ho sofferto parecchio per il freddo.

elefantentreffen 2010 sabato
elefantentreffen 2010 sabato
elefantentreffen 2010 sabato
elefantentreffen 2010 sabato

Giacca e pantaloni che ho indossato erano BMW, Streetguard I serie la giacca e Streetguard III serie i pantaloni: un'ottima scelta sia per il comfort che per la temperatura corporea che mi hanno permesso di mantenere a livelli accettabili. L'unico problema l'ho avuto con le protezioni sulle ginocchia che tendevano a congelare e, perciò, ad indurirsi in una posizione. Significa che quando scendevo dalla moto avevo difficoltà per qualche minuto a stendere le gambe ed ero quindi costretto ad una camminata piuttosto ridicola.

Potrei parlare altrettanto e molto di più a proposito di quanto è necessario per campeggiare d'inverno all'Elefantentreffen: ho imparato a mie spese che certi accessori (vedi materassino, giacca di scorta e altre cose) sono fondamentali per non congelarsi nel tempo che si trascorre a mangiare salsicce in mezzo alla neve e per dormire nella tenda a igloo. Ma vi rimando ad un'altra puntata!

  • shares
  • Mail