Motogp: Indianapolis è Lorenzo’s Land, Rossi a terra

Jorge Lorenzo vince a man bassa il Red Bull GP di Indianapolis, dopo che i suoi diretti avversari – Pedrosa prima e Rossi dopo – sono scivolati lasciandogli strada libera. Con lui sul podio anche uno splendido Alex De Angelis e Nicky Hayden. Situazioni strane, un Dani Pedrosa che soffre la pressione dei due avversari


Jorge Lorenzo vince a man bassa il Red Bull GP di Indianapolis, dopo che i suoi diretti avversari – Pedrosa prima e Rossi dopo – sono scivolati lasciandogli strada libera. Con lui sul podio anche uno splendido Alex De Angelis e Nicky Hayden.

Situazioni strane, un Dani Pedrosa che soffre la pressione dei due avversari alle sue spalle, scivolando in modo banale, e un Valentino Rossi autore di una incomprensibile caduta, con una violenta pinzata a moto ancora dritta. E così si riapre un campionato dato per chiuso, con Lorenzo che recupera il massimo possibile: 25 punti.

completano la top 6 un brillante Dovizioso, quarto, in bagarre per il podio con Hayden fino alla fine, Colin Edwards in stato di grazia già da qualche gara con il compagno James Toseland a seguire. Pedrosa è comunque riuscito a concludere la gara, in rimonta fino alla decima posizione. Pochi sorpassi ma colpi di scena importanti per il mondiale che rimettono in gioco l’iride. Rossi e Lorenzo pareggiano le cadute stupide. 1 a 1 e palla al centro.

Finisce a terra anche Marco melandri, che viaggiava bene in sesta posizione, mentre Canepa è vittima di una rottura quando si trovava all’interno della top ten.

I Video di Motoblog