MotoGP: Loris Capirossi espugna Sepang

Loris Capirossi a SepangL'asfalto umido in mattinata ha costretto tutti ai box fino alle 12:00. Verso le 14.00 un altro acquazzone ha obbligato tutti i piloti MotoGP a interrompere nuovamente i lavori, ripresi verso le 16:00. Alle 16:20 tuoni e fulmini hanno annunciato un nuovo forte scroscio di pioggia, che ha decretato la fine delle prove.

Malgrado il tempo, sono ancora una volta le Rosse di Borgo Panigale le più veloci sul circuito di Sepang. Miglior tempo, in questa terza e ultima giornata di test, per Loris Capirossi, che in sella alla sua Desmosedici GP06 ferma il cronometro su di un tempo di 2'01.92.

Test "a singhiozzo" dunque per Loris Capirossi e Sete Gibernau, che non riescono a portare a termine i lavori previsti ed il long run con i nuovi pneumatici Bridgestone.

Loris Capirossi: "Un vero peccato che oggi non si sia potuto fare il long run che avevamo in programma. In mattinata abbiamo individuato la gomma posteriore con cui farlo ma... la pioggia ci ha rovinato i piani. Nel pomeriggio, nei 20 minuti di asciutto che ci sono stati, in soli 3 giri ho fatto 2.01.9 quindi sono contento. La moto va bene e le gomme stanno crescendo. Aspettiamo di vedere come andranno a Barcellona nei test IRTA e... incrociamo le dita!".

Sete Gibernau: "Questi tre giorni sono stati davvero sfortunati per me: martedì la mia moto ha sofferto problemi al cambio, ieri stavo male io e infine oggi oltre al mio stomaco, anche i temporali non ci hanno dato tregua! Inoltre oggi dopo pochi giri ero stanchissimo ed era davvero dura con questo caldo. In ogni caso stiamo verificando che la strada che avevamo intrapreso durante i test a Phillip Island è valida e sono soddisfatto. Stiamo preparando una buona base per l'inizio del campionato: c'è sicuramente ancora molto da fare e tutti gli inconvenienti di quest'ultima sessione di test non ci hanno certo aiutato".



Molti sono i piloti che non hanno fatto ritorno in pista oggi, dopo la pioggia che ha colpito il tracciato in giornata. In controtendenza Marco Melandri e Toni Elias, che hanno girato fino alla fine della sessione.

Valentino Rossi ha ottenuto il secondo miglior tempo della giornata, davanti al giapponese Shinya Nakano che ieri era stato il più veloce del gruppo. Caduta per il pilota australiano Chris Vermeulen, che non ha potuto continuare i test dopo aver effettuato un solo giro in sella alla sua Suzuki GSV-R.

Marco Melandri: “Oggi è andata meglio rispetto a ieri, abbiamo lavorato e raccolto interessanti elementi per capire meglio la nuova moto. Abbiamo provato diverse soluzioni di setting ed eliminato diversi particolari che non ci piacevano. Abbiamo trovato inoltre un setting interessante utilizzando la nuova gomma anteriore portata qui da Michelin, un assetto che vogliamo verificare sull’asciutto in occasione dei prossimi test Irta. Date le mutevoli condizioni della pista, abbiamo fatto solo pochi giri con la nuova gomma posteriore. Guardo con ottimismo alla prossima sessione di prove. Il bilancio di questi tre giorni di test è positivo, stiamo lavorando nella giusta direzione e aspettiamo solo condizioni di pista asciutta per confermare il lavoro fatto.”

Toni Elias: “Quando siamo arrivati questa mattina era impossibile girare perché la pista era bagnata. Questo ha complicato le cose perché oggi avevamo in programma di girare con le nuove gomme Michelin da gara e di effettuare anche prove con la gomma da qualifica. Era per me un test molto importante per capire e conoscere meglio la moto con i nuovi pneumatici. Purtroppo la pioggia ha rovinato questo piano. Nel complesso però posso dire di aver migliorato molto rispetto al primo giorno e sono fiducioso per la prossima sessione di prove che si svolgerà sul circuito di Barcellona.”

Valentino Rossi: "Oggi non abbiamo potuto fare molto a causa del tempo ma in generale queste prove sono state molto interessanti. Sono particolarmente contento perché abbiamo fatto dei buoni progressi per sistemare la vibrazione. Adesso abbiamo più dati a disposizione e possiamo capire meglio perché avviene e come risolverla. Non siamo ancora al 100% e penso che potremmo essere più veloci, ma mi sento fiducioso in merito. Prima del GP di Jerez c’è una possibilità di avere un piccolo aggiornamento per il motore con l’obiettivo di avere un pizzico in più di potenza. I test di Barcellona non saranno fondamentali per noi, al contrario di quelli finali di Jerez quando mancherà appena una settimana alla prima gara e le condizioni saranno molto simili. Adesso che ci avviciniamo alla partenza della stagione si sta delineando più chiaramente quali saranno gli avversari più pericolosi; Melandri e Pedrosa, in particolar modo, sono molto veloci, e anche la Ducati sembra forte. Penso che sarà un anno entusiasmante con gare fantastiche”.

Colin Edwards: "Oggi per me è stato un po’ una perdita di tempo! Questa mattina abbiamo provato solo un paio di gomme e poi il tempo ha cominciato a peggiorare; abbiamo quindi deciso di cominciare subito la simulazione di gara. Sfortunatamente ho avuto appena il tempo di fare un giro e mezzo di riscaldamento prima che cominciasse a piovere e poi è andata avanti così per tutta la giornata! In ogni caso questa è stata una buona sessione di test, dove abbiamo imparato molto sulla moto e siamo stati in grado di provare parecchie cose nuove che sembrano valide. Decisamente non stiamo più girando in tondo, e la moto va meglio rispetto a martedì quando abbiamo iniziato; questa è la cosa più importante. In generale la M1 nuova è fantastica, meglio praticamente in ogni particolare rispetto all’anno scorso e speriamo vada avanti così fino all’inizio della stagione”.



Test Sepang - Tempi ufficiosi - Giorno 3


01. Loris Capirossi (Ducati Marlboro) - 2'01.92

02. Valentino Rossi (Camel Yamaha) - 2'02.06

03. Shinya Nakano (Kawasaki Racing) - 2'02.20

04. Colin Edwards (Camel Yamaha) - 2'02.24

05. John Hopkins (Suzuki MotoGP) - 2'02.34

06. Randy de Puniet (Kawasaki Racing) - 2'02.47

07. Sete Gibernau (Ducati Marlboro) - 2'02.65

08. Carlos Checa (Yamaha Tech 3) - 2'02.66

09. Dani Pedrosa (Repsol Honda) - 2'02.68

10. Nicky Hayden (Repsol Honda) - 2'02.86

11. Makoto Tamada (Konica Minolta Honda) - 2'02.87

12. Marco Melandri (Fortuna Honda) - 2'03.00

13. Toni Elias (Fortuna Honda) - 2'03.64

14. Alex Hofmann (D'Antin Ducati) - 2’04.18

15. Kenny Roberts Jr. (KR) - 2'04.30

16. J.L. Cardoso (D'Antin Ducati) - 2’04.82

17. James Ellison (Yamaha Tech 3) - 2'05.70



via | motogp e Ducati

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: