Cagiva Mito 125: Prime impressioni e video

Orde di sedicenni con uno strano tic nel polso destro la aspettavano da anni, e finalmente la Mito 125 si rinnova, mettendosi al pari dei tempi con estetica ed emissioni inquinanti. Motociclismo, in attesa di un dettagliato test, mette le mani in anteprima sulla nuova Cagiva, che per legge, entro il 2008 si sarebbe dovuta


Orde di sedicenni con uno strano tic nel polso destro la aspettavano da anni, e finalmente la Mito 125 si rinnova, mettendosi al pari dei tempi con estetica ed emissioni inquinanti.

Motociclismo, in attesa di un dettagliato test, mette le mani in anteprima sulla nuova Cagiva, che per legge, entro il 2008 si sarebbe dovuta allineare alle norme antinquinamento Euro3, aprofittandone per fare un salto dall’estetista.

L’intervento è stato leggero, la moto non è stata rivoluzionata ma ristilizzata in alcuni particolari come il cupolino e il codone, che ora ricordano la mitica C594 da GP e la versione da trofeo della stessa Mito, la SP525. A concludere il pacchetto estetico, le nuove colorazioni in perfetto stile MV. Per il resto, non c’era bisogno di intervenire sulla già ottima ciclistica, al top della categoria.

Foto spia della Cagiva Mito 125 2008
Foto spia della Cagiva Mito 125 2008
Foto spia della Cagiva Mito 125 2008

Leggermente più profonde le modifiche meccaniche per rendere possibile l’omologazione Euro3, che vedono un nuovo carburatore elettronico costruito in collaborazione con Dell’orto, scarico con doppio catalizzatore e sistema di aria secondaria.

Il verdetto del circuito di Chignolo Po, dove è stata svolta la prova di questo e del precendente modello, vede una moto non tanto cambiata nella sostanza, confermando tutto ciò che di buono aveva il modello “916 style”, ma che purtroppo soffre della carburazione magra imposta dall’Euro3.

Godetevi il video della prova:

I Video di Motoblog

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →