Suzuki: nuovi rumors sulla Hayabusa 2021

Le ultime indiscrezioni dal Giappone preannunciano un significativo ridimensionamento del modello per adattarsi agli standard Euro 5

Sin da quando Suzuki ha annunciato l'uscita dalla produzione della sua iconica Hayabusa, a fine 2018, i rumors sul possibile ritorno della sua muscolosa hyper-bike hanno fatto capolino sul web piuttosto regolarmente, con abbondanza di speculazioni più o meno plausibili sulle sue future fattezze e specifiche.

Quel che è certo è che Suzuki sta effettivamente lavorando ad una nuova versione della moto, la cui ultima incarnazione fu "pensionata" per l'impossibilità di rientrare negli standard di emissioni e consumi imposti dalla normativa Euro-4. Oggi però siamo già in epoca Euro-5 e per questo la prossima Hayabusa sarà probabilmente diversa e piuttosto lontana dalle mirabolanti aspettative di qualcuno.

A sostenerlo è il magazine giapponese AutoBy che, in un articolo dedicato allo "stato dei lavori" sulla prossima Hayabusa, ha pubblicato i due rendering a corredo di questo post che mostrano in effetti una moto esteticamente molto simile all'ultima versione. Citando fonti vicine alla casa di Hamamatsu, AutoBy sostiene infatti che sia stato dato il "via libera" a una riedizione decisamente mite del modello, che non avrà né motore né telaio "nuovi di zecca".

Stando a quanto riportato, la nuova 'busa sarà infatti spinta da una versione rielaborata del vecchio motore da 1.340 cc, modificato per soddisfare la normativa Euro-5 sulle emissioni (presumibilmente tramite un pesante aggiornamento dei sistemi di aspirazione e scarico) e montato addirittura in una versione solo leggermente rivista del vecchio telaio.

La potenza dovrebbe rimanere attorno ai 200 CV, ma tutto il resto, in particolare elettronica e sospensioni, dovrebbe comunque essere oggetto di un pesante upgrade. Non dovrebbero mancare la piattaforma inerziale IMU, controllo di trazione, Cornering ABS, diverse modalità di guida e tutto l'equipaggiamento hi-tech che ci si aspetterebbe da una moderna superbike.

Anche se, in forma ufficiale, Suzuki non ha lasciato trapelare pressoché nulla sulle sue intenzioni, non è ancora da escludere un ritorno della Hayabusa sul mercato europeo già nel 2021, anche se le ripercussioni legate all'emergenza Covid-19 non possono che lasciare una certezza incertezza sui piani di Hamamatsu per l'immediato futuro. Staremo a vedere...

  • shares
  • Mail