BMW richiama più di 9.000 moto negli USA: possibili problemi ai freni

La possibile perdita dalle pinze anteriori potrebbe causare lo svuotamento del circuito dei freni con conseguente malfunzionamento degli stessi, aumentando, dunque, il rischio di incidenti

Sono 9.239 le moto richiamate da BMW Motorrad negli Stati Uniti per una possibile perdita di liquido dalle pinze dei freni anteriori: le perdite, definite dalla stessa casa bavarese "a bassa pressione", potrebbero verificarsi a moto ferma o durante la guida, ma quando non si sta frenando.

La possibile perdita dalle pinze anteriori potrebbe causare lo svuotamento del circuito dei freni con conseguente malfunzionamento degli stessi, aumentando, dunque, il rischio di incidenti. BMW inizierà i richiami dal 6 ottobre 2020, avvisando i proprietari delle moto e invitandoli ad un'ispezione presso le concessionarie della rete BMW Motorrad US: sarà compito loro verificare l'effettivo difetto del pezzo e, nel caso, sostituirlo con una pinza aggiornata ed esente da problemi.

I modelli coinvolti nel richiamo, prodotti dal 27 agosto 2018 al 28 febbraio 2020, sono i seguenti:


  • BMW R 1250 GS 2019-2020

  • BMW R 1250 GS ADVENTURE 2019-2020

  • BMW R 1250 RT 2019-2020

  • Nuova BMW S 1000 RR

  • Nuova BMW S 1000 XR


I proprietari di questi modelli possono già contattare il servizio clienti BMW per richiedere assistenza. Ribadiamo che, per adesso, il richiamo è stato emesso da BMW Motorrad per gli Stati Uniti.

Fonte: bmwmoa.org

  • shares
  • Mail