Triumph Trident Design Prototype: un assaggio della roadster del futuro

Trident ridefinisce gli standard delle prossime roadster Triumph, grazie ad un design originale, distintivo, capace anche di influenzare la tradizione del brand

Abbiamo assistito alla presentazione della novità Triumph giusto pochi giorni fa, ma abbiamo avuto la possibilità di rendere pubblica la notizia solamente oggi: si chiama Trident Design Prototype ed è il risultato di uno studio di ben quattro anni da parte del reparto Design di Triumph Motorcycles in UK.

Un tocco di Made in Italy


Il team di design Hinckley, con la collaborazione di Rodolfo Frascoli, ha tirato fuori dal cappello il progetto Trident con l'intento di scrivere un nuovo capitolo della storia del marchio britannico, con carattere completamente nuovo. Come già avvenuto con Tiger 900, Frascoli ha portato gusto, stile e idee tipicamente italiane nel progetto.

Trident ridefinisce gli standard delle prossime roadster Triumph, grazie ad un design originale, distintivo, capace anche di influenzare la tradizione del brand. Dall'estetica all'ergonomia, dalla tecnologia alle prestazioni pure, il progetto Trident c'è la ricerca del piacere di guida applicato alle roadster di media cilindrata.

Sul nuovo progetto, Steve SargentTriumph Chief Product Officer, ha dichiarato:

"Il Trident Design Prototype segna l’inizio di un nuovo ed emozionante capitolo per Triumph, dove uno stile iconico, inusuale per il segmento, si armonizza con il divertimento di guida. Le linee pulite, pure e minimali rappresentano il DNA di Triumph e ricevono un tocco di grinta se pensiamo ai richiami al mondo della Speed Triple: in poche parole, si intravede già da ora la futura personalità della nuova Trident. Il nostro obiettivo ultimo è offrire una roadster emozionante, distintiva e particolarmente piacevole da guidare, in particolare alle nuove generazioni di giovani rider che cercano stile e qualità a condizioni accessibili"

Trident: destinata a diventare un'icona


Per il momento, il progetto Trident si limita ad integrare una componentistica allo stato prototipale, ma ogni contenuto è funzionale a pre-figurare lo stile e le caratteristiche del futuro. Le forme risultano attillate, minimaliste, con superfici pulite e armoniose, come nella migliore tradizione Triumph, ricordando a tratti la meravigliosa Speed Triple (vedi linee del serbatoio e spazi lasciati alle ginocchia del pilota).

Il motore non poteva che essere l'iconico tre cilindri, marchio di fabbrica Triumph: il bilanciamento perfetto fra coppia ai bassi e potenza godibile già dai medi regimi, renderà la futura roadster godibilissima alla guida.

La posizione di guida è rialzata, posizione tipica delle roadster britanniche, e garantisce dinamicità e agilità. A supportare tutto ciò, una ciclistica di alto livello, con un telaio perfettamente bilanciato. A livello tecnologico, sappiamo che Trident adotterà una piattaforma completa, intuitiva e progettata per il più puro piacere di guida.

Trident: il primo tre cilindri di Triumph


Il nuovo Trident Design Prototype è in esposizione al London Design Museum e segna il ritorno di un nome iconico per la casa britannica. Ricordiamo, infatti, che Triumph portò sul mercato la prima Trident alla fine degli anni '60, con l'inedito tre cilindri, nato per risollevare le sorti dell'azienda e divenuto, poi, una bandiera.

Triumph Trident in versione definitiva arriverà nella primavera del 2021.

  • shares
  • Mail