Ducati in vendita a causa del Dieselgate?

Volkswagen starebbe valutando l'opportunità di vendere la casa bolognese per rifarsi delle perdite subite dopo lo scandalo delle 'emissioni truccate'

ducati-borgo-panigale.jpg

Lo scandalo del Dieselgate che qualche mese fa monopolizzò l'attenzione dei media di tutto il mondo è stato certamente un 'duro colpo' per il Gruppo Vokswagen.

Al colosso tedesco fanno capo diversi 'nomi pesanti' dell'automotive quali Audi, Bentley, Bugatti, Lamborghini, Porsche, Seat e Skoda, ma anche Ducati Motor Holding, che potrebbe però lasciare ben presto la compagnia. Secondo alcune indiscrezioni rilanciate da Cycle World, il marcio di Borgo Panigale sarebbe il 'primo candidato' alla vendita da parte di VW per coprire almeno parzialmente le massicce perdite finanziarie causate dal famoso scandalo dei motori con emissione non-conformi prodotti da Volkswagen e Audi.

ducati-monster.jpg

Questa ipotesi era circolata già lo scorso autunno, poco dopo lo 'scoppio' della polemica, ma era poi stata ufficialmente smentita da Ducati. Ora, invece, questa idea starebbe guadagnando consistenza, tanto da essere riportata dal tedesco Spiegel e anche da qualche quotidiano italiano, per ora senza risposte ufficiali da Ducati Motor Holding.

C'è invece già una data che potrebbe segnare le sue sorti: è il 22 giugno, data in cui i principali azionisti del Gruppo Volkswagen si incontreranno ad Hannover per valutare i piani del CEO Mathias Mueller. L'argomento principale, inevitabilmente, sarà la ricerca della soluzione economicamente più efficace per rifarsi della debacle Dieselgate.

08-xdiavel-s.jpg

Da quanto si apprende da alcuni rumors, Mueller dovrebbe annunciare una rigorosa politica aziendale incentrata sul pieno ripristino della piena credibilità dei principali marchi del Gruppo, quelli che rappresentano il suo 'core business', e questo potrebbe anche implicare che la liquidazione degli assets che non sono direttamente collegati a loro.

L'arrivo di in tempi brevi di una massiccia quantità di denaro nelle casse VW sarebbe infatti essenziale per contrastare le perdite dell'ultimo periodo, una mossa che sarebbe anche propedeutica al rilancio delle sue attività più redditizie. Oltre a Ducati, anche MAN AG sarebbe a 'rischio cessione', mentre nessuna ipotesi è stata al momento ventilata per quanto riguarda Lamborghini.

ducati-serbatoio.jpg

Ducati fu acquisita dal Gruppo Audi-Volkswagen nel 2012 per un prezzo di circa 860-870 milioni di Euro soprattutto per volontà di Ferdinand Piëch - nipote di Ferdinand Porsche e tra i membri più influente del CdA - che aveva presentato l'operazione come una sorta di dono speciale per celebrare il proprio 75° anniversario. Sotto il controllo di VW, Ducati è cresciuta grazie a ingenti investimenti effettuati in ricerca e sviluppo, in nuovi modelli e nella qualità dei prodotti, manovre che avrebbero portato il suo valore a 1,5 miliardi di Euro.

Si dice che Herr Piech potrebbe organizzare una forte opposizione all'ipotesi di vendita di Ducati, che - lo ricordiamo - per il momento rimane un semplice rumor, senza fondamenti di tipo 'ufficiale'. Ma basterà aspettare fino al 22 giugno per scoprire se c'è qualcosa di vero in questa storia...

tribune-ducati.jpg

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: