Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

Scritto da: -


La crisi economica sta condizionando pesantemente il mercato della moto: per rispondere a questa emergenza, grandi aziende giapponesi come Honda e Yamaha, sono state “costrette” a prendere decisioni impopolari e dolorose, come l’abbandono del Salone di Milano per l’anno 2009.

Per conoscere la situazione e le soluzioni scacciacrisi adottate dai marchi nostrani, abbiamo quindi voluto ascoltare il parere di una delle aziende simbolo del motociclismo Made in Italy: la Ducati, che ha espresso il suo punto di vista attraverso le parole del direttore marketing Diego Sgorbati.

D: La crisi economica ha costretto Honda e Yamaha a disertare il salone EICMA 2009. Cosa farà Ducati? “Crediamo che come azienda italiana da un lato e testimone del made in italy dall’altro, nonostante non sia un anno facile per nessuno, sia fondamentale mantenere alto il livello dell’happening più importante dell’anno nel mondo delle moto. Siamo piacevolmente costretti a partecipare…”

D: Quanto pesa sul bilancio di una azienda come Ducati la partecipazione ad eventi di tipo espositivo come il salone di Milano? “E’ effettivamente molto costoso. Se per altre aziende può significare spendere circa un milione di euro, in proporzione al fatturato, per noi partecipare ad un evento come EICMA può essere meno oneroso ma ugualmente impegnativo.”

D: Quanto conta nel cuore degli appassionati la presenza o l’assenza di un marchio all’interno di un salone? “E’ difficile dirlo. L’unico modo per verificarlo sarebbe non partecipare ai saloni… Per una marca come Ducati, molto legata all’esperienza e alle persone, una marca non fredda e calcolatrice, ma intensa e accalorata, la presenza al salone e l’incontro coi ducatisti è un qualcosa di molto importante. Non dimentichiamoci poi che una fiera come quella di Milano è un Salone dove si fa anche business: si fanno affari, si incontrano i concessionari e c’è tutta un’intensità di relazioni B2B.”

D: C’è il rischio che gli appassionati possano perdere la voglia di visitare il Salone? “Nel breve periodo son convinto che riusciremo a non far sentire troppo la mancanza dei colossi giapponesi; nel lungo periodo però potrebbe essere minacciosa questa cosa, perché se l’assenza di grandi produttori si dovesse protrarre fino al 2011 e oltre, allora gli appassionati potrebbero veder svuotato di contenuto questo evento.”

D: Quanto pesa per Ducati la crisi economica globale? “Pesa abbastanza a dire il vero: sia in Italia che nella totalità dei mercati in cui operiamo, stiamo andando meglio di come và il mercato. Ciò significa che guadagniamo quote di mercato ad una velocità superiore a quella che ci aspettavamo, ma è anche vero che con le quote di mercato non si pagano gli stipendi, perché si pagano con le moto vendute. E’ come dire che si mangia metà torta invece che una fettina, ma la torta è molto più piccola.”

D: Che cosa porterete al Salone di Milano? Quali novità ci attendono nel 2010? “Per il 2009 vi proporremo tante belle novità di Ducati, nel senso letterale del termine. Ci sarà più di una moto e saranno vere Ducati. La tanto vociferata Custom Cruiser però non ci sarà. Mentre la cosiddetta “enduro stradale”, di cui avete pubblicato più foto spia ci sarà, ma dobbiamo dire che a noi non sembra proprio un enduro stradale…”

D: La Custom Cruiser quindi è momentaneamente sclusa dai vostri progetti? “In un orizzonte temporale ragionevolmente interessante per gli utenti escludiamola pure. Se la produrremo tra 4 o 5 anni oggi è difficile dirlo, perché la motocicletta “custom” è una di quelle strade che Ducati sta tenendo d’occhio, per capire se il marchio può avere un interesse o un’attrattività anche all’interno di segmenti che non sono quelli tipicamente Ducati.”

“Ducati con la stessa attenzione guarda anche ad altri segmenti, come quello degli scooter, delle custom, dell’enduro e del fuoristrada. E’ normale che un azienda guardi al di là del proprio territorio elettivo. Prima però di decidere di intraprendere una strada ci sono “N” livelli di barriere, che sono tecnologiche e anche distributive. Quanti concessionari conosciamo che riescono a vendere bene sia le superbike che le moto da cross? Inoltre bisogna capire l’anima del prodotto, quanto è in sintonia con la marca. Non è detto che ciò che era in sintonia 20 anni fa lo sia anche oggi.”

D: Qual’è il ciclo di vita ideale del prodotto Ducati? “Per una serie di motivi, che sono positivi sia per il consumatore che per l’azienda, cerchiamo di mantenere dei cicli di vita che siano il più lunghi possibile. Cerchiamo di lavorare su cicli di vita di 6 o 7 anni, magari mettendo a metà vita un restyling o un miglioramento tecnico.”

D: Cosa pensate delle moto a zero emissioni: Ducati ha in cantiere una moto ibrida o elettrica? “Noi siamo estremamente interessati a tutte queste tecnologie, però la domanda è: l’utente delle due ruote oggi si sente realmente responsabile dell’inquinamento delle città e cerca un modo per inquinare di meno? Rispettare le attuali e future norme di inquinamento per le moto è ancora fattibile con l’affinamento della tecnologia esistente e Ducati ha un piccolo vantaggio dal desmodromico, che controlla molto bene la combustione nel motore.”

“Ci sono però delle istanze interessanti, relative all’ibrido o all’elettrico, che non sono legate all’inquinamento ma, ad esempio, al rumore: una moto da cross elettrica può permettere di avere una pista da cross in centro a Milano, dove gli appassionati potrebbero andare ad allenarsi dopo illavoro…”

D: Siete consapevoli del fatto che Ducati abbia certe volte un immagine di marchio con qualche difetto di troppo? “I commenti dei motociclisti li sentiamo anche noi, non viviamo in una torre d’avorio; siamo consapevoli che c’è una barriera all’acquisto di moto Ducati legata alla percezione di qualità e affidabilità. La percezione che le persone hanno è legata ad alcune carenze qualitative del passato con cui l’azienda sta combattendo quotidianamente. Noi monitoriamo con attenzione la qualità dei nostri prodotti e, per quanto sia possibile, misuriamo anche il livello dei concorrenti. La qualità di un prodotto Ducati attuale non è certo inferiore a quella degli altri prodotti europei. L’immagine di una marca però si muove con una velocità inferiore a quella che è la realtà delle cose; Ducati si impegna ogni giorno con serietà per cercare di dare veramente un prodotto di altissima qualità.”

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: bibendus

    mi è piaciuta la franchezza nell'ammettere pecche anche recenti circa l'affidabilità dei prodotti… bravo Diego! un buon esempio, solo il nostro premier riesce a tirar avanti con le "balle" Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: giorgiogasss

    meno male che la custom/cruiser non si farà!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Lo dicevo io che non era un'enduro stradale… Sarà solo una stradale con le "gambe" un po' più lunghe. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    "Ci sarà più di una moto e saranno vere Ducati." E chi ne volesse una finta? Oltre alla non-enduro, quali saranno le altre novità? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Tenendo conto delle varie fascie d'età, i mercati più appetibili sono quelli degli scooteroni frazionati,e le cruiser (ma sfondare nelle criuser è molto costoso visto la concorrenza) mentre negli scooteroni c'è un vuoto e molti clienti desiderosi e in attesa. Il problema della Ducati per me è che è ristretta in sole nicchie di mercato che in quanto tali sono rischiose nel lungo periodo). Il primo produttore che arriva con uno scooterone frazionato mooolto prestante, comodo e non eccessivamente sportivo avrà un vantaggio di almeno un paio d'anni buoni sulla concorrenza… e scusate se è poco.. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: stefano65

    ….. scooter? Questa mi mancava! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all'EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: gius

    maxi scooter <a href='http://www.topspeed.com/motorcycles/motorcycle-news/ducati-maxi-scooter-design-ar71774.html' rel='nofollow'>http://www.topspeed.com/motorcycles/motorcycle-news/ducati-maxi-scooter-design-ar71774.html</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: gius

    anke Bmw ed Mv Agusta faranno il maxi scooter <a href='http://www.motorcyclenews.com/MCN/News/newsresults/New-bikes/2009/July/jul1509-ducati-and-bmw-scooters/' rel='nofollow'>http://www.motorcyclenews.com/MCN/News/newsresults/New-bikes/2009/July/jul1509-ducati-and-bmw-scooters/</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: TeamSabotage

    Certo che una bella scrambler nostalgica la vedrei bene, magari con il bicilindrico privato del cilindro orizzontale… un bel 550cc Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    ducati ??? no, grazie. piuttosto una aprilia o una mv, ma ducati proprio no. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Bravo, compra Jap che spendi bene pirl@ Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: desmoluca

    per la cronaca Ducati già ha prodotto uno scooter <a href='http://2.bp.blogspot.com/_Mvhjidbvdzc/RtLiuWo4q2I/AAAAAAAABo0/eMDt4b9cVsg/s400/Ducati%2B1952%2BCruiser_1.jpg' rel='nofollow'>http://2.bp.blogspot.com/_Mvhjidbvdzc/RtLiuWo4q2I/AAAAAAAABo0/eMDt4b9cVsg/s400/Ducati%2B1952%2BCruiser_1.jpg</a> ha prodotto una moto custom <a href='http://www.ducarudi.nl/foto%20album/Ducati%20modellen%20vanaf%201988/Ducati_Indiana_750.jpg' rel='nofollow'>http://www.ducarudi.nl/foto%20album/Ducati%20modellen%20vanaf%201988/Ducati_Indiana_750.jpg</a> ha prodotto alcune moto cross/enduro <a href='http://img.subito.it/images/01/0186526955.jpg' rel='nofollow'>http://img.subito.it/images/01/0186526955.jpg</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Per l'affidabilità parla di passato… Ma questa frase "La qualità di un prodotto Ducati attuale non è certo inferiore a quella degli altri prodotti europei. " implica non al livello dei giapponesi. Apprezzo l'onestà, ma io fossi in lui avrei detto in generale della concorrenza (almeno in teoria potrei dire le giapponesi meno esotiche non son vere concorrenti…). non è per fare polemica, io tifo Ducati! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Sono sicuro dell'impegno di DUCATI riguardo al costante sviluppo e miglioramento del loro prodotto, viva il made in italy alla faccia della crisi !!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: sedano

    Bellissime le Ducati, se fossero affidabili come le Jap me ne farei una. Peccato che non sia così Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: GianMTS

    #19 E' quello che mi dicevano i miei amici… non comprare Ducati sarai sempre dal meccanico…….. ecc. Risultato? comprata e…. si vado dal meccanico… ogni 12 mesi per il tagliando, zero problemi (SGRAT SGRAT). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: caspita

    La crisi viene sfruttata per fare dei tagli che in altri momenti non si potrebbero fare pena l'impopolarità e relativo linciaggio mediatico. E' successo così per la Kawa in MotoGp e per la Honda in Formula1. Non ci crede nessuno - dati comunque i loro volumi di vendita - che Honda e Yamaha non hanno i soldi per fare EICMA. Credo stiano facendo cartello tra loro per ottenere sconti sugli spazi espositivi. E poi se vogliono risparmiare potrebbero fare degli stand più piccoli e sobri e non da mezzo padiglione, con decine di addetti e le moto esposte in tutti i colori possibili ?!? Mah…. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: caspita

    dimenticavo: Brava DUCATI !!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: newyork

    come si puo` chiamare la multistrada endurona stradale? anche la nuova sara` cosi` una sportiva che digerisce tutti i tipi di pave`, dossi e scaffe compresi, che puo viaggiare e ha una seduta piu comoda. una sportiva che fa senso fuori dalla pista. il cruiser non lo farei, penserei a fare la scrambler, in due cilindrate 650 e 1000 e con un prezzo accessibile sarebbe un gran successo a livello di vendite. lo scooterone poi….orrore! in fine vedo sempre tutti sti commenti pro giapponesi aggressivi e con tanto odio soprattutto verso la ducati che e` l'unica casa italiana che ci da sodisfazioni sportive e da una grand immaggine al' nostro prodotto all'estero, qui` in america i possessori di moto giapponesi si fermano sempre a ammirare una ducati e magari pensano di acquistarla quando potranno permettersela. il nostro paese purtroppo e` sempre stato soggetto da fenomini di esterofilia inspiegabbili. e come se odi le donne perche soffri di ejaculazione precoce che colpa hanno le donne! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    "La qualità di un prodotto Ducati attuale non è certo inferiore a quella degli altri prodotti europei." Quindi di chi? Per quanto riguarda il ramo sbk le uniche moto sportive Europee sono bmw e aprilia e sono appena uscite. Quindi ancora non si sa nulla dei loro eventuali problemi. Essere a livello delle altre case europee negli altri settori, ammesso che lo siano questo lo dicono loro, non mi sembra un gran risultato. Forse sono a livello della Moto morini e della Benelli, ottima garanzia per gli acquirenti. Di conseguenza si evince che i loro prodotti sono inaffidabili rispetto ai jap e costano pure di più. Bravi almeno lo ammettete a differenza dei vostri furbissimi clienti… Ora vedremo cosa scriveranno i Ducatisti dopo queste parole, forse vorranno smentire la stessa Ducati… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    @25 Pensa a quello che compri, non a dove lo fanno e a se l'azienda vince nelle gare. Se hai problemi con il mezzo, i ca…i sono i tuoi non di Suppo e Preziosi. Peraltro i maggiori successi la ducati li ha avuti in campionati con regolamenti apposta per lei, in motogp non è che sia sta gran cosa da quando hanno anche gli altri le Bridgestone. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    i ducatisti pensano sempre che chi ha moto jap voglia ducati e non può permetterselo, non gli viene mai in mente che di avere ducati non c'e' ne frega una mazza perchè abbiamo altro da fare che passare il tempo dai meccanici a farci spennare e perchè abbiamo moto più prestanti a prezzi onesti. Non vi viene in mente che non compreremo mai ducati perchè non vogliamo farci prendere per il c..lo dal loro ufficio marketing e perchè noi le moto le guidiamo e non le usiamo per spararci le pose al bar… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: albi

    28#:per tua delusione io ho Ducati da 24 anni ,ho avuto anche moto giapponesi e tedesche e indistintamente tutte hanno avuto qualche problema,ma fortunatamente tutte mi hanno sempre riportato a casa che è quello che mi interessa,tutt'ora uso una 888 del 91' per divertirmi in pista e non mi si è ancora aperta…forse succederà ma si vedono anche tante giappo avere problemi,in buona sostanza le moto hanno tutte dei problemi anche solo per le vibrazioni e le conponenti elettroniche sempre più piccole,può essere le giapponesi in misura minore nella mia esperienza finora non ho notato grosse differenze ora vedo con la Kawasaki che uso per strada come andrà,intanto ho preso un modello(ZRX1200R) con meno elettronica possibile che è la prima fonte di guai!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: Pinistuta

    Grande Ducati! Avanti così! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: solo e sempre SBK

    il succo è che per continuare a esistere marche storiche sono costrette a fare scooteroni e cruiser….che tristezza però! cosa dirò a quelli che mi diranno ho 1 scooter ducati!?!!? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Bisogna proprio essere dei caproni a non ostinarsi a fare una VERA enduro. Hanno lasciato terra aperta alla KTM per anni la LC8 e la LC4 la fanno da padroni, le BMW GS1200 le comprano i milanesi cafoni però ora anche i tedeschi fanno una vera Enduro la GS800. La Yamaha è tornata con il mono tenerè che è un ottimo prodotto in termini di qualità/prezzo con un motore praticamente indistruttibile, a breve ritorna sul mercato con la SuperTenerè, in Honda circolano voci da tempo sull'erede dell'AfricaTwin (una delle moto Enduro di maggior successo a livello mondiale) Ducati aveva la possibilità di "rubare" l'idea per l'erede alla Cagiva facendo una nuova Elefant invece che fanno ? La Multistrada "tutte strade" tanto per andare a occupare spazio nei magazzini assieme alle varie Guzzi Stelvio o Morini Granpasso. Più prendono randellate nei denti con prodotti che cercano di accontentare tutti (e poi fanno skifo al K.azzo) e più ci godono. Di finte Enduro se ne vende un tipo solo: BMW GS 1150 / 1200 'a DUCATI VE LO DOVETE STAMPARE SUL CRANIO! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 27 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Evidentemente la lezione Multistrada non è bastata, forza così … ennesimo modello stra-svalutato su moto.it fra 2 anni. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 28 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: sedano

    Niente, ogni volta la stessa storia, con i Ducatisti non si può parlare. Mi sono beccato un bel -1 perchè ho semplicemente detto che le Ducati non sono affidabili come le Jap, non mi sembra di aver detto una bugia o sbaglio? Ho detto solo la verità e non va bene. Ma che la Ducati ve paga? Boh Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 29 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: sedano

    @25 non'è questione di esterofilia o quello che ti pare, è questione che se io spendo 15000€ per una streetfighter poi mi ci rode alquanto se viene richiamata dalla casa perchè perde carburante dal tubicino dell'iniettore o perchè si può crepare il piedino della forcella. Ti assicuro che io sarei il primo a comprarne una se fossero affidabili quanto una Honda ma bisogna riconoscere che ancora non lo è.La ducati può darmi tutte le soddisfazioni sportive che vuoi ed essere un marchio inimitabile nel mondo ma con tutto il rispetto tutto questo non porta nelle mie tasche i soldi per comprarmi una moto, io come tutti gli altri me li sudo duramente e se permetti voglio un prodotto che mi dia sicurezza ed affidabilità. Il fascino della Ducati è innegabile ed anche io ne sono soggetto ma se poi in curva con la mia nuova Streetfighter da 15000€ mi si chiude lo sterzo e faccio la fine di molti tester che sono caduti per ben 14 volte che succede? Se riesco a rimanere in vita i danni chi li paga? La Ducati? Pensateci, io non voglio essere critico ma solo realista. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 30 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    @29 Senti come fai a dire queste cose se è proprio la Ducati ad ammettere che non ha oggi (figuriamoci in passato) un'affidabilità a livello dei jap? Io ormai non ci credo neanche che non hai avuto problemi in 24 anni, specie con i modelli vecchi che erano ancora peggio di quelli di oggi. Gli alberi motore rotti, le perdite d'olio ecc.. sono leggenda. Volete negare l'evidenza? Anche quando le notizie vengono dal costruttore delle moto che comprate? Siete proprio alla frutta… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 31 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    Il fatto è che la Ducati sui suoi mezzi vuole lucrare tanto e quindi la strada è solo una: prezzi alti e qualità bassa. Per questo fanno ancora il bicilindrico, un motore molto meno costoso da produrre rispetto ad un 4cil. Svegliaaaaaaaaaaa Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 32 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    Certo che sostenere che un bicilindrico è meno costoso rispetto ad un 4 cilindri (solo perchè magari ha qualche pezzo in meno la vedo proprio dura..) semmai è proprio il contrario, ovvero per far filare un bicilindrico a parità di cilindrata di un 4 cilindri (è necessario un lavoro sopraffino…e costi non indifferenti). E proprio in virtù di questo Gap iniziale che io credo che arrivati ad un certo punto (va bene la storia , va bene tutto, ma occorre cambiare..) ed evolversi verso frazionamenti meno stressati e costosi per ottenere alte prestazioni. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 33 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: paolinovaivaivai

    E' vero Ducati non ha ancora il livello qualitativo di Honda perchè non ha i mezzi economici per farlo. Sono stato molto sfigato con la mia Ducati ma l'azienda ha sempre sostituito i pezzi GRATUITAMENTE anche fuori garanzia (6 mesi) dopo aver verificato che il danno era stato causato da un difetto di produzione e non da uso improprio del mezzo. Non posso parlar male di questa azienda, purtroppo non è facile trovare meccanici bravi che siano in grado di trovare la causa dei problemi e di risolverli con efficacia (per fortuna io ne ho trovato uno). Non so se comprerò ancora Ducati in futuro ma non a causa dei problemi di affidabilità, piuttosto a causa del prezzo e della politica di aumento smisurato della potenza che io non condivido (motore 1098 su una enduro stradale… mah). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 34 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: paolinovaivaivai

    Comunque ad avere problemi di motore sono principalmente i bicilindrici 4 valvole. I 2 vavole raffreddati ad aria sono uan vera opera d'arte, provate s2r1000 e hm. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 35 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    In questo blog cm se ne sentono in giro la Ducati è inaffidabile!!…ahahahahahahahah… posso capire anni '80 con problemi alle bobine, ma credo ke oggi nn sia proprio così… Io dal 2006 ad oggi dal meccanico sono andato SOLO 2 VOLTE x 2 normali tagliandi… A volte capita ke vado dal mio meccanico x far 2 chiacchiere e vedo ke le DUCATI che hanno in officina sono lì x tagliandi o x elaborazioni!…oppure moto da pista ke usano x partecipare ai vari campionati cm Desmo Challenge o Coppa Italia.. Del resto lavorano ank su jap, ma tutte le (avol@te ke leggo su questo blog nn ne vedo!!… Dal 2006 ad oggi sono sempre tornato a casa in sella alla mia moto…mio cognato lo stesso,con un ss 900 del '99 sempre tornato a casa in sella al POMPONE!!… ORMAI è DIVENTATO UN USO COMUNE DIRE KE DUCATI NN è AFFIDABILE!!… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 36 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    Paolino #34 concordo con te…qui + si va avanti e + le moto le tirano fuori con + cv!!…ma su strada dove (avoli si va con tutte quelle bombe?!?!?… X divertirsi da Dio 80-100cv ben erogati sono ottimi… Saluti e FORZA DUCATI!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 37 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    x puppami la fava.. ..tornando ad un tuo commento di gg fa ke dicevi:'all'Eicma ke ci vai fare mancano le grandi'… All'Eicma ci vado xkè è la PASSIONE X LE MOTO E SPECIALMENTE X LE DUCATI KE MI CI PORTA!!…e poi se le grandi cm dici tu nn ci sono nn è mica colpa di qualcuno!!… D'altronde c'è da esserne fieri se in questa crisi una piccola Azienda Motociclistica come DUCATI nn diserti il salone milanese e fa ulteriori sacrifici x parteciparvi!.. cosa ke nn fanno le grandi cm le definisci tu! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 38 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: albi

    magnesio forse non hai letto bene perchè non vuoi leggere,ho detto che ho avuto problemi con Ducati ma anche nello specifico con Bmw,Suzuki e Honda,quindi forse sei tu che non vuoi capire che tutte hanno problemi altrimenti i telai rotti della gsx600 o alberi a camme rotti delle prime r1 cosa sono….per citare i casi più acclatanti e recenti… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 39 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    …ricordando ank le valvole piegate della r6 ke gira a 20000giri…. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 40 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    o proprio l'r1 ke avevano problemi con il sistema di raffreddamento… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 41 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    Avete ragione voi, ne sapete sicuramente di più del direttore marketing che è tutti i giorni in azienda e ha un panorama a livello mondiale. @32 La Ducati non fa bicilindrici 1000 come i 4 cil. ma 1200 I costi di produzione dei motori di serie sono inferiori, quello che dici tu vale per i motori da corsa a parità di cilindrata ed elaborazione. I motori ad aria 2V sono dei gabinetti, ancora c'è gente che li considera incredibile. Alla Ducati ogni motore 2v costerà 500euro… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 42 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    #41 Bè dai, convinto tu delle tue idee, convinti tutti come te!!!….tranne alcuni, cioè la maggior parte!… ke dirti goditi il tuo trapano a batteria, noi ci godiamo i nostri gabinetti… ognuno ha i proprio gusti no?!?!… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 43 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: 21monster

    #41 Bè dai, convinto tu delle tue idee, convinti tutti come te!!!….tranne alcuni, cioè la maggior parte!… ke dirti goditi il tuo trapano a batteria, noi ci godiamo i nostri gabinetti… ognuno a i proprio gusti no?!?!… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 44 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: paolinovaivaivai

    @41 Ma che dici non 500 ma 50 euro, anzi 5. Ma va a cagher!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 45 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: sedano

    Ma io non ho capito perchè la prendete sempre come una questione di principio. La realtà è che Ducati non'è affidabile come una Honda, punto e basta. Questi sono fatti, se poi è così perchè non ha i mezzi economici della rivale o per qualsiasi altro motivo le cose non cambiano. Non'è un attacco alla Ducati, si stanno solo esponendo i fatti. Sicuramente sono più belle e hanno più fascino e mi piacerebbe tantissimo comprarne una ma io ancora non mi fido mi dispiace. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 46 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    Cmq era come dicevo io, i ducatisti sono talmente ottusi che vogliono smentire anche quello che dice la stessa ducati…. Non c'è speranza…la Ducati può anche ulteriormente peggiorare la qualità dei loro prodotti ed alzare i prezzi, lo zoccolo duro della clientela le comprerà lo stesso… D'altronde hanno comprato il multiwater… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 47 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    @44 Che c'è ti rode il c..o che sotto la tua moto pagata 10000euri hai un motore da 500. Ci dovevi pensare prima di comprarti il vespasiano… Ora mi sa che con quel ce..o di moto che hai a cag..r ci vai tu, imbecill.e Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 48 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by: MAGNESIO

    @43 guarda che non devi credere a me ma al direttore marketing della azienda che ti fa la moto..se ne sai più di lui complimenti che ti posso dire Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 49 su Ducati e il futuro oltre la crisi: tante novità all&#039;EICMA 2009 e uno sguardo rivolto a nuovi segmenti di mercato

    Posted by:

    veramente curioso il discorso moto elettriche della ducati " ci interessa ma ci chiediamo quanto un motociclista si sente responsabile dell inquinamento?" beh se e per quello nemmeno l acquirente di un HUMMER si sente responsabile dell inquinamento ma non e una buona ragione per continuare a produrre l HUMMER che infatti finira per essere venduto solo ai petrolieri arabi… alla fine la risposta della ducati e una non apertura in quanto vedono solo in NON rumore come unico vantaggio della scelta elettrica… ho il fondato sospetto vedendo cio che fanno piaggio e fiat che in italia non si ha la minima percezione delle prospettive dell elettrico tanto che si pensa che il rilancio chrisler passera per il diesel… ed ho paura che queste idee poco lungimiranti decimeranno i nostri produttori salvo che qualche piccolo produttore un po piu sveglio non alzi la cresta e afferri il mercato ai loro danni… l mp3 ibrido non e la risposta giusta purtroppo. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Motoblog.it fa parte del Canale Blogo Motori ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.