SBK Donington: Sykes imprendibile nelle Q2 ipoteca la Superpole

Guintoli e Melandri non riescono a reggere il ritmo di Sykes che sembra destinato a mettere la sua firma anche su questa Superpole.

Sono nettamente migliorate le condizioni meteo a Donington Park e se ieri vento e pioggia avevano disturbato pesantemente la prima giornata di prove, oggi qualche sprazzo di sole scalda leggermente il tracciato britannico.

Alle 10.45 quasi tutti i piloti sono scesi in pista e fin da subito è iniziata una lotta a colpi di cronometro tra Aprilia e Kawasaki, con Laverty per la casa di Noale e Sykes (il più veloce nelle Q1 di ieri) per le “verdone nipponiche”. Eugene Laverty e la sua RSV4 sono stati i primi ad abbattere il muro dell 1’30, scendendo a 1’29.631, seguito bene presto da Marco Melandri che in sella alla sua BMW S1000RR sta dimostrando di aver mantenuto l’ottimo stato di forma in cui l’abbiamo visto a Monza. Dopo pochi minuti ci pensano i leader della classifica generale Guintoli e "Mr Superpole" Tom Sykes a rovinare la festa di Laverty e Melandri: il francese segna un ottimo 1’29.449, mentre il britannico rimane staccato di 13 centesimi. Melandri non si arrende e dopo circa 25 minuti ottiene il secondo tempo, scavalcando momentaneamente Sykes e portandosi a soli 85 millesimi dal francese. A 11 minuti dalla fine è però ancora Sykes a stupire tutti e l’inglese scende per primo sotto l’1’29, tirando la sue Ninja a 1’28.800: Guintoli, Camier e Melandri abbassano nuovamente i propri tempi ma non riescono a tenere il passo del pilota Kawasaki che sembra destinato a centrare un’altra Superpole. Risultati non eccezionali per gli altri piloti italiani, con Giugliano 7° dietro alla BMW di Davies e Michel Fabrizio 10° davanti al ducatista Carlos Checa, tornato in pista dopo l'operazione che l'aveva costretto a saltare Monza.

FIM Superbike World Championship - Donington -Q2


1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'28.800
2. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'29.026
3. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'29.090
4. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'29.107
5. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'29.167
6. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'29.256
7. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'29.274
8. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'29.446
9. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'29.587
10. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1'29.950
11. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'29.956
12. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'30.066
13. Niccolò Canepa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'30.078
14. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'30.404
15. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'30.413
16. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 1'30.817
17. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'32.010
18. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1'32.145
19. Alexander Lundh (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'33.141

Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato
Superbike 2013 - Donington - Sabato

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail