Rendering: Cycplops 250

Rendering Cycplops 250

Abbiamo ricevuto un nuovo lavoro da un secondo studente delle IADD di Torino. Bruno Boarato è al terzo anno di transportation design e dopo aver visto il lavoro del collega che studia Mobilità Sostenibile e Mezzi di trasporto ha pensato di mandarci la propria versione. Si tratta di un progetto analogo a quello della Triumph 300 realizzato da Alessandro Trombi ma ipoteticamente realizzato da un'azienda motociclistica italiana, la Cagiva.

L'obiettivo del designer era creare una piccola 250 per i mercati emergenti, economica ed indirizzata a coloro che si affacciano per la prima volta al mondo delle due ruote, in pratica una "motoretta" abbastanza tranquilla e facile da guidare. Questa la descrizione del progetto:

"Ho pensato subito al logo Cagiva in modo tale da poter rilanciare questo grande marchio che un tempo ha fatto sognare migliaia di sedicenni con moto come la Mito o la Raptor. Ed è qui che nasce Cycplops, una piccola naked con una vena da motard che permette al pilota di assumere una posizione abbastanza eretta in sella, e quindi più controllo del mezzo. Per mantenere bassi i costi ho fatto un'analisi dei pezzi montati su moto già in commercio ed ho subito trovato ciò che mi serviva. Telaio, forcelle, specchietti e porta targa sono gli stessi che montava la Raptor, elementi che a mio parere ancora oggi sono di gran pregio. Per quanto riguarda il motore ho pensato ad un propulsore a liquido di ultima generazione in grado di sviluppare fino a 35cv che permetterebbero a Cycplops di avere prestazioni di tutto rispetto e consumi ridotti."

Rendering Cycplops 250
Rendering Cycplops 250
Rendering Cycplops 250
Rendering Cycplops 250

Anche Bruno ha colto le esigenze del giovani e del marcato di avere mezzi economici e facili di da guidare. Cosa ve ne pare? A noi della redazione è piaciuta la Cycplops.

  • shares
  • Mail